Pap test regolari piuttosto che colposcopia è il modo migliore di monitoraggio lesioni cervicali di basso grado

I risultati di uno studio americano nel numero di questa settimana di The Lancet suggerisce che Pap test regolari piuttosto che colposcopia è il modo migliore di monitoraggio lesioni cervicali di basso grado tra gli adolescenti e le giovani donne.

Circa il 70% delle donne sessualmente attive infettate con il virus pappiloma (HPV), circa un quarto delle donne con infezione da HPV sviluppano basso grado squamose intraepiteliali lesioni (LSIL), anche se LSIL sono di solito benigne e scompaiono nel corso del tempo, possono evolvere in lesioni di alto grado, un precursore del cancro cervicale.

Anna-Barbara Moscicki ( University of California San Francisco , USA) e colleghi hanno valutato la probabilità di regressione LSIL in donne giovani, e ha esaminato i fattori associati alla regressione. adolescenti di sesso femminile di età compresa tra 13-22 anni sono stati esaminati ogni 4 mesi con la citologia (Pap-test), colposcopia (esame interno della vagina e della cervice), e lo stato del DNA di HPV. Regressione è stata definita come almeno tre strisci consecutivi normale.

187 donne su 900 inizialmente arruolati nello studio sviluppato LSIL. 60% di queste donne erano libere di LSIL dopo 1 anno il 90% aveva regredito naturalmente 3 anni dopo l'identificazione di LSIL.

Commenta il dottor Moscicki: "I nostri dati suggeriscono che la maggior parte LSILs regredisce spontaneamente in immunocompetenti giovani donne, dando sostegno ad una pratica di monitoraggio delle lesioni citologiche. Il follow-up dello stato di HPV è stato un forte predittore di regressione, ma lo status di HPV al momento della diagnosi LSIL non lo era. La scoperta che la persistenza di diversi tipi di HPV rallenta tassi di regressione dovrebbe essere esaminato più da vicino. "

In un commento di accompagnamento (p 1642), Anne Szarewski e Peter Sasieni (Cancer Research UK) concludono: "Moscicki e colleghi hanno chiaramente dimostrato quanto comune e LSIL essenzialmente priva di significato è nelle giovani donne. Essi suggeriscono che "la strategia di colposcopia per tutti gli adolescenti e giovani donne con LSIL è ingiustificato". Vorremmo andare oltre. L'evidenza suggerisce che ci sia una notevole ansia e la morbidità psicosessuale associata con lo screening cervicale e colposcopia. Se questo è il caso, in generale, quanto più nelle donne giovani? Come potrebbe questo influenzare il loro futuro sviluppo emotivo e sessuale? Poiché non vi è alcun punto nel trattamento di LSIL in donne giovani, dovremmo riflettere sul principio fondamentale della medicina: almeno non nuocere. Vediamo assolutamente alcun ruolo per la colposcopia negli adolescenti come parte della gestione ordinaria. "

http://www.thelancet.com