Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Combinando la radioterapia con i pazienti di guide della chemioterapia e della chirurgia con i moduli rari di tumore della tiroide viva lungamente

Combinando la radioterapia con i pazienti di guide della chemioterapia e della chirurgia con i moduli rari di tumore della tiroide viva lungamente, secondo uno studio pubblicato nell'emissione del 15 novembre 2004 del giornale internazionale di radiazione Oncology~Biology~Physics, della Gazzetta ufficiale di ASTRO, della società americana per radioterapia e dell'oncologia.

Il carcinoma anaplastico della tiroide è un modulo molto raro ma aggressivo della malattia, affliggente meno di 5 per cento di quelle diagnosticati con il tumore della tiroide. Nel passato, la maggior parte dei tumori della tiroide non hanno potuto essere eliminati chirurgicamente e radiazione e la chemioterapia non riuscite per migliorare la sopravvivenza, con la maggior parte dei pazienti che vivono meno di sei mesi dopo la diagnosi. Tuttavia, un nuovo studio suggerisce che una strategia aggressiva che combina la chirurgia, la chemioterapia e la radioterapia accelerata possa migliorare la sopravvivenza per i pazienti con questo tipo di cancro.

Nello studio, i ricercatori hanno curato dal 1990 al 2000 30 pazienti con un'età media di 59. Il cancro si era sparso in 26 dei pazienti ad altre aree, quali la loro trachea, linfonodi e polmoni. L'ambulatorio non potrebbe essere eseguito su sette pazienti perché il tumore si era sviluppato così grande. Con i pazienti che ricevono i tre trattamenti differenti, mesi mediani di sopravvivenza was10 con un tasso di sopravvivenza globale di 27 per cento a tre anni.

“Il problema con questo tipo di tumore della tiroide è l'evoluzione rapida nel collo,„ ha detto Renaud de Crevoisier, M.D., un oncologo di radiazione al centro del Cancro di M.D. Anderson a Houston e l'autore principale dello studio. “Tuttavia, poiché i tumori si sviluppano così rapidamente, siamo promettenti che la radioterapia aggressiva combinata con chirurgia e la chemioterapia può fermare queste cellule tumorali a crescita rapida prima che possano spargersi, permettendo che la gente con questa malattia viva più lungamente.„

Per ulteriori informazioni su tumore della tiroide, visita www.astro.org/patient/treatment_information/