A matrici ed a tessuto basati fibrina Brevettati possono porte aperte per assistenza tecnica dell'organo e del tessuto

Gli ingegneri e gli scienziati di Virginia Commonwealth University si sono sviluppati e brevettato una tecnica unica per coltivare i tessuti e gli organi tridimensionali in una muffa fatta da materiale il corpo umano usa naturalmente per riparare le ferite, potenzialmente eliminanti la probabilità per il rifiuto.

Se riuscita, la nuova tecnica finalmente permetterebbe che i pazienti coltivino i nuovi organi dalle loro proprie celle ed in effetti, che è i loro propri donatori del trapianto, che ha detto Gary Bowlin, Ph.D., un professore associato di assistenza tecnica biomedica e co-inventori della tecnica.

L'Ufficio di Brevetto e di Marchio Di Fabbrica degli Stati Uniti ha pubblicato VCU un brevetto per a Matrici Plasma-Derivare ed ai i Tessuti Basati Fibrina, un trattamento che offre un metodo alternativo nell'assistenza tecnica del tessuto - creando una matrice tridimensionale facendo uso del plasma di un paziente come sorgente di fibrina, l'impalcatura che l'organismo utilizza nella guarigione della ferita.

“In futuro, il nostro scopo è di usare alle le matrici basate fibrina e tessuto per rigenerare clinicamente i tessuti e gli organi,„ Bowlin ha detto. “Facendo Uso di fibrina direttamente dal corpo umano creare una matrice tridimensionale per rigenerazione del tessuto era il tasto alla nostra ricerca e questo lavoro potrebbe piombo allo sviluppo dei prodotti che miglioreranno la qualità di vita per molti pazienti.„

Secondo il gruppo di VCU, facendo uso dell'impalcatura e delle celle dal paziente diminuisce il rischio per il rifiuto ospite di nuovo tessuto o organo. Egualmente, perché le celle sono catturate dal paziente, non c'è l'esposizione ai virus che non sono già presenti nel paziente. Tuttavia, ci sono limitazioni a questo approccio dovuto disponibilità e la riproduzione delle cellule.

Finalmente, gli ingegneri e gli scienziati potrebbero, per esempio, catturare un paziente con un fegato cirrhotic, estraggono alcune celle di fegato in buona salute e poi coltivano le celle di fegato come micro-organo in una matrice della fibrina. Il nuovo organo poi ha potuto essere collocato nuovamente dentro il paziente.

Precedentemente, i ricercatori hanno lavorato con i gel del collageno per formare le simili matrici con la speranza che il collageno e le celle avrebbero interagito giustamente per formare una matrice sana e per rigenerare il tessuto e gli organi. Poco successo è stato osservato con il gel del collageno perché, rispetto alla ferita-riparazione, i beni a ricupero di fibrina, sono stati considerati un ambiente “normale„.

“A matrici ed al il tessuto basati fibrina ha il potenziale di lavorare perché stiamo usando la matrice provvisoria dell'organismo che promuove la rigenerazione normale nell'organismo,„ Bowlin abbiamo detto. “Le celle entreranno alla nella matrice basata fibrina e dovrebbero riconoscere automaticamente che hanno entrato in un ` ferito' e capire che il loro processo sia ora di rigenerare.„

Il Fibrinogeno, una proteina di coagulazione del sangue nell'organismo, aiuta l'organismo a formare i grumi. Egualmente promuove l'aderenza delle cellule e la guarigione della ferita. Quando una persona è ferita o taglio, il fibrinogeno è ripartito per un enzima per formare le fibre corte conosciute come fibrina, che si sviluppa in un reticolo o in un reticolato. La Fibrina tiene insieme il grumo e finalmente è stabilizzata. Il reticolo della Fibrina funge da matrice provvisoria che guida la rigenerazione delle ferite.

Il punto seguente nella ricerca è ricerche di laboratorio per osservare l'interazione dei tipi differenti di celle dalle parti del corpo differenti con a matrici ed al il tessuto basati fibrina.

Il brevetto è il primo punto in un trattamento lungo che comprende preclinico ed i test clinici e potrebbe prendere a 15 anni, Bowlin ha detto.

Lavorando con Bowlin era: Marcus Carr, Ph.D., il professor di medicina interna e di assistenza tecnica biomedica; David Simpson, Ph.D., professore associato di anatomia e neurobiologia; Gary Wnek, Ph.D., l'ex professor di ingegneria chimica a VCU, ora alla Case Western Reserve University; Helen Fillmore, Ph.D., assistente universitario di neurochirurgia; e Fuga di Philippe, Ph.D., ex assistente universitario di ricerca di ingegneria chimica a VCU.