Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Fumo ucciso quasi 5 milione persone in tutto il mondo nel 2000

Il fumo ucciso quasi 5 milione persone in tutto il mondo nel 2000, rivela la ricerca nel controllo del tabacco. Più della metà le morti erano in fumatori invecchiati 30 - 69.

Gli autori, dalla Harvard University e dall'università di Queensland, hanno usato le analisi statistiche dettagliate come pure la popolazione ed i dati della mortalità per arrivare alle loro figure.

I numeri delle morti premature sono stati divisi uniformemente fra sviluppato ed i paesi in via di sviluppo. Ma gli uomini erano oltre tre volte più probabili donne morire una morte prematura come risultato diretto di fumo.

Tre su quattro morti di fumo in paesi sviluppati e più di otto su 10 in paesi in via di sviluppo erano negli uomini.

La causa principale di fumo della morte riferita era malattia cardiovascolare, che ha ucciso oltre 1 milione di persone nel mondo sviluppato e 670.000 in quello di sviluppo.

Cancro polmonare, il più grande uccisore di fumo seguente nel mondo sviluppato, inviato sopra mezzo milione di persone ad una morte prematura.

La malattia ostruttiva cronica delle gallerie di ventilazione (COPD), un termine collettivo per l'affezione polmonare infiammatoria, quale la bronchite, ha ucciso più gente nei paesi in via di sviluppo, rappresentanti 650.000 morti.

In Europa Orientale ed in America settentrionale, fumanti quasi quello causato in quattro morti fra la gente invecchiata fra 30 e 69.

Ed in paesi in via di sviluppo, complessivi, 62% delle morti direttamente attribuibili al fumo erano nella gente invecchiata fra 30 e 69, rispetto intorno alla metà in paesi industrializzati.

L'aumento globale nel fumo intorno al mondo nell'ultimo trimestre del XX secolo rappresenta uno in 10 di tutte le morti fra gli adulti e quasi uno in cinque di quelli fra gli uomini.

“Poichè i rischi di fumo si accumulano fra coloro che ha cominciato a fumare nei paesi in via di sviluppo nel corso degli ultimi decenni, coppia con lo spostamento demografico e la malattia modella, le conseguenze di salubrità di fumo? continuerà a svilupparsi a meno che gli efficaci interventi e polizze cui ponga freno e diminuisca fumare fra [uomini] ed impedisca gli aumenti fra [donne] in questi paesi siano applicati,„ concludono gli autori.

Contatti:
Dott. Majid Ezzati, banco di Harvard della salute pubblica, della popolazione e della salubrità internazionale, Boston Massachusetts, U.S.A.
Telefono: +1 617 432 5722
Email: [email protected]
o
Dott. Alan Lopez, banco di salubrità della popolazione, università di Queensland, Australia
Telefono: + 61 7 336 555 90
Email: [email protected]