Nuova tecnica non chirurgica che può aiutare medici a determinare quando il cancro al seno ha invaso i linfonodi

Una questione chiave dopo che una diagnosi del cancro è se il cancro si è sparso ai linfonodi vicini. I Ricercatori al Centro Completo del Cancro dell'Università del Michigan hanno trovato una nuova tecnica non chirurgica che può aiutare medici a determinare quando il cancro al seno ha invaso i linfonodi, risparmiando alcune donne uno scatto extra alla sala operatoria.

La tecnica, che usa l'ultrasuono con una biopsia fine del ago di stampa, è un modo affidabile di determinazione se i linfonodi sono maligni, secondo i risultati della ricerca che sono presentati Lunedì 29 Novembre, alla Società Radiologica della riunione annuale dell'America settentrionale in Chicago.

I modi Tradizionali di determinazione della diffusione del cancro all'ascella, o sotto le ascelle, sono campionatura di linfonodo della sentinella, in cui il primo linfonodo è identificato e valutato per le celle cancerogene, o la dissezione ascellare di linfonodo, in cui tutti i linfonodi in sotto le ascelle sono rimossi ed esaminati per cancro. Se la biopsia di vertice della sentinella mostra il cancro, quindi un paziente deve ritornare alla sala operatoria per fare i linfonodi rimuovere.

Per alcune donne, la chemioterapia può essere necessaria prima di chirurgia, nel qual caso, medici devono determinare se i linfonodi sono commoventi prima che la chemioterapia cominci. Piuttosto di un ambulatorio di campionatura di linfonodo della sentinella, medici può usare l'aspirazione fine ultrasuono-guida del ago di stampa per confermare la diffusione del cancro senza chirurgia.

“Lo scopo dello studio era di usare l'ultrasuono a pre--operativo valuta i linfonodi ascellari. Se possiamo usare l'ultrasuono per mettere in scena l'ascella e per identificare la malattia metastatica, possiamo salvare alcune donne l'ambulatorio supplementare,„ dice Alexis Nees, M.D., assistente universitario clinico della Radiologia alla Facoltà di Medicina di U-M. Nees presenterà i risultati alla riunione di RSNA.

La tecnica usa l'ultrasuono per identificare i linfonodi ascellari e per determinare se il loro aspetto è normale o anormale. Se sembrano anormali, un piccolo ago di stampa di 22 calibri è inserito nel vertice alle celle dell'estratto che possono essere valutate per cancro. Richiede soltanto l'anestesia locale e non comprende incisioni chirurgiche. Sia la campionatura di linfonodo della sentinella che la dissezione di vertice ascellare sono in pieno procedure chirurgiche.

I ricercatori hanno usato l'ultrasuono per esaminare 57 donne recentemente diagnosticate con cancro al seno. Se i linfonodi sembrassero anormali sull'ultrasuono, i ricercatori hanno eseguito un'aspirazione fine del ago di stampa, facendo uso dell'ultrasuono per guidare la biopsia. I Pazienti poi hanno avuti chirurgia del petto e campionatura di linfonodo della sentinella o la dissezione di vertice ascellare.

I rapporti di Patologia da chirurgia sono stati confrontati ai risultati dall'aspirazione fine ultrasuono-guida del ago di stampa. Delle donne di cui l'ultrasuono ha mostrato i linfonodi anormali, 92,8 per cento hanno avuti vertici cancerogeni a chirurgia. E, i ricercatori trovati, tutte le donne con un ultrasuono anormale e una biopsia positiva sono stati trovati per avere cancro nei loro linfonodi a chirurgia.

“Entrambi quei numeri sono estremamente alti,„ dice Nees. “Questo ci dice che l'ultrasuono ascellare combinato con l'aspirazione fine del ago di stampa guida ultrasuono dei linfonodi anormali può identificare alcuni pazienti con cancro nei loro linfonodi. Questi pazienti possono procedere alla chemioterapia o all'ambulatorio definitivo ed essere risparmiati una procedura chirurgica supplementare.„

Nees nota la tecnica non è affidabile eliminare la diffusione del cancro; può confermare soltanto i linfonodi positivi. A causa di quello, se la prova ritorna quantità negativa, la campionatura di linfonodo della sentinella ancora sarebbe necessaria. Il Centro Completo del Cancro di U-M offre l'ultrasuono e la biopsia fine del ago di stampa a tutta si appropria i pazienti.

Oltre a Nees, gli autori di studio sono Segno Helvie, M.D., il professor della Radiologia e Direttore della Divisione della Rappresentazione del Petto; Stephanie Patterson, M.D., assistente universitario di Radiologia; Marilyn Roubidoux, M.D., professore associato di Radiologia; e Lisa Newman, M.D., professore associato di Chirurgia e Direttore del Centro di Cura del Petto del Centro Completo del Cancro.

http://www.umich.edu/