Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il nuovo approccio alla prova genomica identifica le donne con a basso rischio della ricorrenza del cancro al seno

Uno studio iniziale di convalida presentato tramite i sistemi diagnostici di Exagen al simposio del cancro al seno di San Antonio suggerisce che possa presto essere possibile distinguere la buona prognosi dalla prognosi difficile in tutto il paziente di cancro al seno recentemente diagnosticato basato sui cambiamenti del DNA nel tumore del paziente.

Quei pazienti identificati come avendo una prognosi molto buona possono fare bene senza chemioterapia o terapia ormonale dopo che i loro tumori sono stati eliminati.

In uno studio retrospettivo di 308 pazienti condotti con l'università di ricerca sul cancro del New Mexico e di centro del trattamento alle scienze di salubrità concentri, sistemi diagnostici di Exagen, una guida emergente nell'identificazione rapida ed il productization degli indicatori pratici e genomica per la prova prognostica, ha riferito rispettivamente la scoperta di due, 3 insiemi del gene degli indicatori che erano prognostici negli esemplari archivati prova (HR) dall'ormone ricevitore-positivo e dai pazienti ricevitore-negativi dell'ormone. Questi due insiemi degli indicatori formano un comitato per uso nel tessuto del tumore di prova dai pazienti di cancro al seno, fornendo un risultato di giorno successivo o stesso.

Negli insiemi della prova indipendente, ciascuno dei 3 indicatori del gene ha identificato esattamente 91 per cento degli esemplari Ora-negativi e Ora-positivi dai pazienti che non hanno avvertito la ricorrenza della malattia. In pazienti che erano egualmente quantità negativa di vertice, il valore predittivo negativo era 100 per cento (per esempio, 100 per cento dei pazienti identificati da queste prove hanno avuti clinicamente una buona prognosi).

La popolazione di studio ha consistito di bianco ed i pazienti ispani con carcinoma duttale dilagante che sono stati diagnosticati fra 1986 e 1999 all'università di scienze di salubrità del New Mexico concentrano. Un minimo di quattro anni di informazioni cliniche di seguito era disponibile per ciascuno dei pazienti, con seguito medio di 8,9 anni. La prognosi difficile è stata definita clinicamente come sviluppo della ricorrenza, come provato dalla metastasi distante o dalla morte da cancro al seno. La buona prognosi è stata definita clinicamente mentre l'assenza di ricorrenza (o di morte da cancro al seno) a partire dall'ultima data di seguito.

“Con questo approccio, stiamo cercando di definire un nuovo livello di cura diventando la prima società per offrire un comitato prognostico delle prove che esamina il tessuto del tumore del paziente per individuare i cambiamenti nel numero di copia del DNA in tutto il paziente. Ciò è un metodo più pratico che prove attualmente disponibili facendo uso di RNA,„ ha detto Waneta Tuttle, il Ph.D., CEO di Exagen.

“Oggi, stiamo curando quasi tutta la donna come se il suo cancro sia aggressivo, che mette i pazienti che realmente non hanno bisogno del trattamento a rischio degli effetti collaterali della terapia che non è necessaria,„ spieghiamo Ian Rabinowitz, M.D., il clinico primario di UNM coinvolgere nello studio iniziale di Exagen. “Per il cancro al seno della fase iniziale ci sono circa 70 - 80 per cento dei pazienti che sono senza Cancro e realmente non richiedono la terapia dopo che ricevono un lumpectomy. A questo punto nel tempo, non abbiamo modo dell'identificazione quali pazienti rientrano in quella categoria. Così, il vantaggio di una tecnologia quali le prove prognostiche di Exagen, una volta che più ulteriormente è convalidato, è che possiamo identificare meglio i pazienti che hanno una prognosi molto buona e potenzialmente realmente non richiedono la terapia,„ ha detto.

Gli studi sono stati intrapresi facendo uso “reticolo di una prova privata del PESCE di amplificazione genomica„ (per esempio, ibridazione in situ fluorescente) o del PESCE di PGA (TM). dovuto il piccolo numero degli indicatori in ogni insieme del reagente, Exagen può unicamente applicare queste prove con la tecnologia del PESCE di PGA, renderle prontamente utilizzabili da tutto il laboratorio di Pesce-prova. La tecnologia della scoperta di Exagen è basata su un approccio matematico che permette alla società di esaminare 25.000 geni senza “la preferenza„ per un gene sopra un altro per definire la migliore, piccola combinazione di geni per uno scopo di prova specifico.