Pharmacogenomics, ha il potenziale di scintillare un maggiore, una ristrutturazione orientata verso la tecnologia della sanità e le industrie dei prodotti farmaceutici

Pharmacogenomics, lo studio sulla variabilità genetica nelle persone di modo risponde alle medicine, ha il potenziale di scintillare un maggiore, la ristrutturazione orientata verso la tecnologia della sanità e delle industrie dei prodotti farmaceutici, secondo un commento pubblicato nella questione attuale della Medicina della Natura dalla facoltà del Programma di Indiana University in Pharmacogenomics, nell'Etica e nell'Ordine Pubblico.

Il Commento co-authors Barbara Evans, Ph.D., J.D., David Flockhart, M.D., Ph.D. ed il Frumento Segalato di Eric, Ph.D., vede il pharmacogenomics, che abbina le droghe al trucco genetico specifico di una persona, come avendo implicazioni importanti per il modo che la sanità sarà consegnata e che finanziata in futuro.

Pharmacogenomics ha il potenziale di diminuire “approssimazioni successive„ nella sanità attraverso le prove che possono identificare, in anticipo, i pazienti sono probabili che una buona risposta ad una terapia farmacologica particolare. Lo scopo è di mirare alle droghe specifiche ai pazienti specifici, facendo uso di informazioni genetiche per aumentare i successi del trattamento e per diminuire gli effetti collaterali negativi.

Gli autori notano che molte delle norme di affari dell'industria di sanità datano ad un'era più in anticipo in cui prescrivere era più un'arte che una scienza. “Per esempio, la pratica abituale oggi è che i pazienti e gli assicuratori devono pagare, anche se un trattamento non riesce a lavorare. Mentre le terapie ben-mirate a diventano più ordinarie, la gente può cominciare mettere in discussione quella norma,„ ha detto il Dott. Evans, uno scienziato senior nel Banco di Indiana University del Dipartimento della Medicina di Medicina. È un economista e l'avvocato è stato coinvolgere molto in questi ultimi venti anni nella ristrutturazione delle industrie regolamentate negli Stati Uniti, in Russia, Asia Centrale e Medio Oriente.

Gli autori prevedono la pressione nei prossimi anni affinchè i fornitori di cure mediche ed i produttori della droga sopportino una più grande condivisione dei costi connessi con gli errori del droga trattamento che accadono quando le terapie non sono buono mirate a.

Secondo il Dott. Evans, è stato stimato che soltanto 60% delle prescrizioni scritte producessero i vantaggi terapeutici desiderati in pazienti. Il venire a mancare rimanente di 40% per produrre una risposta positiva o per nuocere occasionalmente al paziente.

“Nel 2002, la spesa globale del farmaco da vendere su ricetta medica negli Stati Uniti era circa $162 miliardo. Un calcolo della retro-de--busta suggerisce che fino a $65 miliardo (o 40% di questo totale) possano essere spesi sulle droghe che, per una ragione o un altro, non hanno aiutato il paziente a stare bene. Pharmacogenomics parla soltanto ad alcuni di questi errori del trattamento--quelli che hanno root genetiche. Eppure, i numeri sono così grandi che anche un piccolo miglioramento nell'ottimizzazione potrebbe salvare miliardi di dollari,„ hanno detto il Dott. Evans,

La Ristrutturazione è polemica in tutta l'industria ma presenta particolarmente le sfide dure nella sanità, dove il cambiamento presenta etico complesso, sociale e nelle preoccupazioni della comunità, la nota degli autori. Anche quando il cambiamento è utile per l'industria complessivamente, ci possono essere aumenti e perdite del bene inaspettato per i diversi consegnatari ed i perdenti futuri possono avere incentivi da resistere a. L'Esperienza di altre industrie indica che i problemi scoraggianti di questo tipo possono essere con successo risolti. Secondo il Dott. Evans questo richiede tipicamente il dialogo attento fra i consegnatari dell'industria ed il criterio regolatore abile, per assicurare che i costi ed i vantaggi di cambiamento siano divisi in un modo equo fra tutti i partecipanti dell'industria.

I co-author sono membri del Centro di Indiana University per Bioetica ed il suo Programma in Pharmacogenomics, nell'Etica e nell'Ordine Pubblico. PEPP cerca di chiarire gli impatti etici, economici, legali e regolatori del pharmacogenomics su pratica clinica, l'etica di ricerca, struttura dell'industria ed economica ed emissioni legali e regolarici. Il Dott. Evans dirige PEPP. Il Dott. Flockhart è un medico e un pharmacogeneticist che dirige il Banco di Indiana University della Divisione della Medicina di Farmacologia Clinica e di cui le attività correnti di test clinici e della ricerca mettono a fuoco su cancro al seno. Il Dott. Frumento Segalato è Direttore del Centro di Indiana University per Bioetica e precedentemente servito da Direttore Esecutivo della Commissione Nazionale di Advisory di Bioetica.

http://www.iu.edu/