Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Meno modo valido consegnare un bambino di cui le spalle sono attaccate nel canale di nascita

I ricercatori di Johns Hopkins, facendo uso di un simulatore novello di parto progettato dalla facoltà di assistenza tecnica biomedica, personale e studenti all'università, hanno identificato che cosa può essere il meno modo valido consegnare un bambino di cui le spalle sono attaccate nel canale di nascita.

Metta la distocia sulle spalle, in cui le spalle del bambino non si muoveranno dopo il bacino ossuto della madre durante la consegna, si presenta in circa 5 per cento delle nascite. Di questi, fino ad un quarto delle consegne può provocare una lesione al plesso brachiale del bambino, i nervi che gestiscono il movimento e la sensazione nel braccio. Altrettanto come 10 per cento degli infanti può sostenere un certo danno permanente.

Un ostetrico può eseguire una di parecchie manovre per manipolare la posizione della madre o del bambino quando la distocia della spalla accade. I ricercatori di Hopkins hanno trovato che girare il bambino in modo dalla sua spina dorsale affronta la pancia della madre (una tecnica conosciuta come la manovra di Rubin anteriore) richiede meno forza che girando la spina dorsale il bambino così suo fronti di taglio della spina dorsale della madre, o muovendo i cosciotti della madre di nuovo alla prova per diminuire la forza delle spalle del bambino contro il bacino della madre.

Questi risultati sono riferiti nell'edizione del 4 gennaio del giornale americano dell'ostetricia e della ginecologia.

“Ogni ostetrico è probabile affrontare questa circostanza ad un certo punto nella sua carriera e più lungo il bambino rimane attaccato, più alto il rischio che il bambino soffocherà,„ dice Edith D. Gurewitsch, M.D., autore principale dello studio e un assistente universitario della ginecologia e dell'ostetricia. “Mentre ulteriori studi sono necessari prima che possiamo fare le raccomandazioni definitive sull'uso di una procedura sopra un altro, i nostri risultati iniziali del laboratorio dimostrano che possiamo misurare che cosa sta accadendo al bambino durante la nascita e che possiamo alterare le nostre tecniche per creare un ambiente più sicuro per la consegna - uno scopo compartecipe da ogni ostetrico.„

Per lo studio, Gurewitsch ha eseguito le 30 consegne false facendo uso di un'unità complessa di parto destinata dalla facoltà, dal personale e dagli studenti di Hopkins per simulare la distocia della spalla. Consiste di parecchie parti: un modello materno con un bacino ossuto tridimensionale, un modello fetale, un guanto di sensazione di forza e un sistema dell'acquisizione dei dati automatizzato.

Il modello materno - composto “di interfaccia di cuoio,„ di schiuma del tappeto, di sigillatore della schiuma e di altre componenti - funzionalità un canale di nascita, un utero falso connesso ad una pompa pneumatica per simulare il reticolo naturale delle contrazioni uterine e forza da una madre che spinge e cosciotti flessibili che possono essere mossi per girare il bacino.

Il modello fetale consiste di un manichino del panno equipaggiato con un'unità della leva di comando, una sorgente ed i perni di legno rappresentanti le vertebre cervicali. Gli elementi supplementari misurano l'estensione, la rotazione e l'allungamento del collo dei nervi del plesso brachiale durante la consegna.

Per consegnare “il bambino„ durante lo studio, Gurewitsch ha indossato un guanto di sensazione di forza. La dogana, guanto del nylon-lycra ha caselle cucite in per alloggiare i sensori di forza, che sono stati utilizzati per misurare la trazione che ha utilizzato nella consegna. I collegare che emanano dai sensori hanno connesso ad un sistema dell'acquisizione dei dati automatizzato che ha memorizzato ed elaborato i dati.

Gurewitsch ha eseguito le 10 consegne girando il bambino in modo dalla sua spina dorsale ha affrontato la pancia della madre, le 10 consegne girando il bambino in modo dalla sua spina dorsale hanno affrontato la spina dorsale della madre e le 10 consegne spost indietroare i cosciotti della madre.

La prima manovra è stata associata con la meno forza, a 6,5 libbre, alla testa del bambino necessaria per raggiungere la consegna. Le altre tecniche hanno applicato 8,5 libbre e 16 libbre, rispettivamente. La prima manovra egualmente ha prodotto la meno quantità di allungamento sui nervi del plesso brachiale del bambino, a 2,9 millimetri. Le altre tecniche hanno indotto i nervi ad allungare da 6,9 millimetri e da 7,3 millimetri, rispettivamente.

I ricercatori hanno calcolato che girando il bambino creato fino a 2 centimetri di spazio extra fra le spalle del bambino e l'osso pubico della madre, mentre sollevare i cosciotti della madre ha prodotto soltanto 1 centimetro di spazio extra.

“Poiché le consegne complicate comprendono una piccola percentuale le nascite vaginali, i clinici nella formazione spesso non hanno esposizione adeguata a questi tipi di consegne,„ dice Robert H. Allen, Ph.D., autore senior dello studio e un conferenziere senior di assistenza tecnica a Hopkins. “La nostra unità fornisce un'opportunità di simulare le complicazioni della nascita e di permettere che i clinici pratichino risolverli. Facendo uso di questo simulatore di parto come strumento della ricerca, possiamo potere spigolare le nuove comprensioni nelle nascite complicate e sviluppare i nuovi modi risolverli.„

L'unità ha estratto il premio superiore in una concorrenza di progettazione dello studente tenuta a settembre nel corso della riunione internazionale dell'istituto dell'assistenza tecnica ed elettrotecnici degli ingegneri elettronici nella società di biologia e della medicina a San Francisco. Gli inventori, compreso Gurewitsch, Allen e Paul Gilka, gestore del laboratorio che ha alloggiato il lavoro, file un brevetto provvisorio sul simulatore.

Nel lavoro continuo con il modello del laboratorio, la pianificazione di Allen e di Gurewitsch per avere altri medici si prepara sul simulatore per sviluppare un migliore senso di quanta forza applicano ai bambini durante la consegna.

Lo studio corrente è stato costituito un fondo per dalle concessioni dal centro nazionale per la prevenzione di lesione e dal controllo, un ramo del centri per il controllo e la prevenzione delle malattie federale.

I co-author di studio erano Esther J. Kim, Jason H. Yang, Katherine E. Outland e Maria K. McDonald.