Lo studio Approfondito assisterà il colpo e le vittime di lesione alla testa riabilitano la loro vista

Il Professore universitario Doug Crawford di York, del Centro Universitario aprente la strada per " Vision Research ", Ha approvato uno studio approfondito che assisterà il colpo e le vittime di lesione alla testa riabilitano la loro vista. Per la prima volta, Crawford ed i suoi soci hanno usato le misure dell'occhio e movimenti capi, simulazioni su elaboratore e registrazioni del cervello, per determinare come usiamo la visione per guidare i nostri movimenti.

Lo studio compare nella sua totalità nell'emissione del 16 dicembre del Neurone del giornale.

“In questo studio,„ dice Crawford, “abbiamo scoperto una funzione che imposta gli esseri umani e gli più alti primati oltre ai mammiferi più bassi in termini di come la visione gestisce i movimenti.„ La ricerca è stata condotta al Centro di York per " Vision Research ", Che Crawford celebre era il solo laboratorio nel mondo capace di eseguire gli esperimenti. Ha aggiunto che c'è un laboratorio ridotto alle Scienze di Salubrità di Sunnybrook Concentra che è usato per verificare la visione ed i movimenti dei pazienti del colpo.

Il lavoro precedente del punto di riferimento del gruppo di Crawford ha dimostrato che la corteccia parietale (situata alla parte posteriore ed alla cima del cervello) mappa che cosa gli occhi stanno esaminando per dire noi dove le cose sono nello spazio relativo dove stiamo guardando. Il gruppo di Crawford ha osservato che questa mappa spaziale è “aggiornata„ ogni volta gli occhi si muove e che questa funzione è un meccanismo di base e primitivo probabilmente comune a tutti i mammiferi.

“Con gli più alti mammiferi gradisca gli esseri umani,„ dice Crawford, “ora abbiamo determinato che un'area nella corteccia frontale chiamata “l'Occhio Supplementare Sistema„ (SEF) contiene una mappa molto più complessa di spazio per i movimenti guidanti degli occhi e della testa che spostano lo sguardo fisso visivo.„ Ha aggiunto che, correlando l'attivazione delle regioni specifiche del SEF con l'occhio e di movimenti capi e confrontandoli alle previsioni di un modello elaborato dal calcolatore, il gruppo poteva indicare che il SEF contiene parecchie mappe separate di spazio per la codifica degli obiettivi riguardante gli occhi, la testa o l'organismo.

Ha notato il quel, mentre il suo gruppo ha saputo che il SEF ha governato i segnali complessi relativi alla visione, all'attenzione ed alla progettazione ad alto livello, precedentemente essi non ha conosciuto molto circa come i segnali realmente hanno funzionato. “Per metterlo nei termini dei laypersons,„ ha detto Crawford, “La corteccia parietale conta su un “linguaggio spaziale equo semplice„ per guidare il movimento, mentre il SEF è multilingue.„

Crawford ha paragonato il SEF ad un computer che riceve tutti i tipi di informazioni elaborate dal sistema visivo. “Poi vi lascia collegarlo fino ai generi differenti di comportamento - che è la base di pensiero,„ lui ha detto, aggiungendo, “Per estendere l'analogia di linguaggio, è come un traduttore - salvo che questo traduttore egualmente prende le decisioni e può imparare.„

Crawford ha notato che parecchi laboratori stanno lavorando ai modi raggiungere le aree del cervello come il SEF con le unità prostetiche per permettere che il colpo ed altri pazienti si muovano. “per fare questo, disse, “che dobbiamo conoscere che cosa queste aree del cervello stanno codificando - che segnali inviano normalmente ad altre parti del cervello.„

Oltre al leader della squadra, Direttore del laboratorio ed il supporto del CIHR accordano che costituito un fondo per questo lavoro, Crawford, che è Presidenza della Ricerca del Canada nella Neuroscienza di Visumotor ed in Direttore Associato del Centro di York per " Vision Research ", Gli altri autori dello studio erano: l'ex studente post-dottorato di York, il Dott. Julio Martinez-Trujillo, che era autore principale ed ora è Presidenza della Ricerca del Canada e Assistente Universitario della Fisiologia a McGill; l'ex studente post-dottorato di York, il Dott. Pieter Medendorp, che ha fatto le simulazioni teoriche ed ora è un docente nel Dipartimento della Psicologia, il U. Nimega, Paesi Bassi; e Dott. Hongying Wang, socio di ricerca di Crawford, che ha assistito il Dott. Martinez-Trujillo con gli esperimenti.

http://www.yorku.ca