Una poca ansia può essere una buona cosa quando si tratta dei sintomi del cancro

Una poca ansia può essere una buona cosa quando si tratta dei sintomi del cancro secondo i ricercatori alla scuola di medicina dell'università di Washington a St. Louis. Riferiscono che la gente con i bassi livelli globali di ansia era più suscettibile di trascurare i sintomi di cancro rettale per i lungi periodi di tempo, quindi ritardanti il trattamento. Al contrario, la gente con almeno i livelli moderati di ansia tesi per riconoscere rapidamente i sintomi quale spurgo rettale come segno della malattia seria.

“Quasi ognuno ha sentito parlare della gente che ha avuta sintomi del cancro molto prima che cercassero la guida. Ero curioso circa la psicologia dietro questo,„ dice Stephen Ristvedt, Ph.D., assistente universitario della psicologia medica in psichiatria e ricercatore al centro del Cancro di Siteman. “La maggior parte della gente presuppone che la spiegazione è timore o rifiuto o una riluttanza per sentire “la C-parola„ da un medico. Così, sono stato sorpreso trovare che coloro che è generalmente ottimista ed estraneo ha avuto le more più lunghe.„

Lo studio sarà riferito nell'emissione del maggio 2005 dell'Psico-Oncologia ed è attualmente disponibile online al sito Web del giornale.

Lo studio ha esaminato 69 pazienti diagnosticati con i tumori rettali e curati nella sezione del colon e l'ambulatorio rettale alla scuola di medicina dell'università di Washington. I pazienti sono stati chiesti di indicare la durata di due periodi di tempo: quanto tempo è passato fra quando in primo luogo hanno avvertito un sintomo e quando hanno realizzato era potenzialmente serio--il tempo di valutazione di sintomo--ed il tempo fra quella realizzazione ed il tempo hanno contattato un medico--il tempo di valutazione di atto.

Inoltre, ogni paziente è stato valutato con i test psicologici standardizzati per misurare la loro sensibilità alla minaccia e la cessione verso ansia. Le persone che segnano il minimo su queste prove tendono ad essere sicure, rilassate, ottimiste, spensierate, disinibite ed uscenti. Coloro che segna il livello sono solitamente prudenti, tesi, apprensivi, spaventosi, inibito e lanciano.

I pazienti egualmente sono stati chiesti di valutare la loro salubrità globale prima che la diagnosi del cancro e di indicare se hanno visualizzato regolarmente un medico ed hanno ottenuto gli screening dei tumori.

L'analisi ha indicato che, indipendentemente dal profilo psicologico, 71 per cento dei pazienti inizialmente non ha creduto il loro spurgo rettale o altri sintomi fossero segni di cancro. Hanno attribuito i sintomi agli emorroidi, alla dieta, alla lesione fisica, allo sforzo o alle ulcere.

Fra tutti i pazienti, il tempo di valutazione di sintomo ha variato da di meno che una settimana ad intorno due anni, con una mediana di sette settimane. Sedici pazienti hanno richiesto sei mesi o più per concludere i loro sintomi potrebbero essere seri.

I tempi massimi di valutazione di sintomo sono stati associati con coloro che ha segnato il minimo sui test psicologici di ansia generale. Dall'una misura, i segnatori bassi hanno catturato una mediana di 30 settimane per valutare i loro sintomi come seri; gli alti segnatori hanno catturato di meno che la metà quel lungo.

“Abbiamo trovato che quella gente che sono in genere meno rispondenti alle cose minacciose catturi più lungamente a primo soccorso di ricerca e tendono a non andare dentro per selezione sistematica perché appena non sono interessati abbastanza,„ Ristvedt dicono. “Valutano meglio la loro salubrità globale, anche se in questi casi erano seriamente Illinois„

Lo studio ha trovato poca differenza nei tempi di valutazione di sintomo fra gli uomini e le donne, ma i giovani hanno catturato leggermente più lungamente i pazienti più anziani per decidere i loro sintomi erano seri, come ha fatto quelli con meno anni di formazione rispetto a quelli a più formazione.

Il tempo di valutazione di atto era considerevolmente più breve del tempo di valutazione di sintomo fra tutti i pazienti, avendo una mediana di una settimana. Il tempo di valutazione di atto non è stato influenzato dai profili psicologici dei pazienti o altri parametri hanno misurato. È sembrato che la maggior parte dei pazienti decidessero una volta che i sintomi erano segni della malattia seria, essi rapidamente hanno cercato la guida medica.

I risultati di Ristvedt suggeriscono che un approccio differente sia necessario assicurare che la gente spensierata presti attenzione ai sintomi. “Vorremmo capire come raggiungere questa gente e convincerle a capire che il loro atteggiamento positivo potesse realmente interferire con i comportamenti sani,„ Ristvedt dice.

Dopo, Ristvedt pianificazione estendere il suo studio fino sia il colon che i cancri rettali per vedere se la correlazione fra i tratti di personalità ed il riconoscimento di sintomo può essere ripiegata nei più grandi gruppi e per l'insieme meno definito dei sintomi caratteristici di tumore del colon.