Prime nuove linee guida in più di una decade per asma di gestione durante la gravidanza

La Formazione di Asma ed il Programma Nazionali di Prevenzione (NAEPP) sta pubblicando le prime nuove linee guida in più di una decade per asma di gestione durante la gravidanza. Il rapporto riflette i nuovi farmaci che sono emerso ed aggiorna le raccomandazioni del trattamento per le donne incinte con asma basata su un esame sistematico dei dati sulla sicurezza dei farmaci di asma durante la gravidanza. Un riassunto esecutivo (“Riferimento Rapido„) delle linee guida è pubblicato nell'edizione di Gennaio del Giornale dell'Allergia & dell'Immunologia Clinica.

L'asma Male controllata può piombo ai problemi di salute seri per le donne incinte ed i loro feti. Le linee guida sottolineano quella asma gestente durante la gravidanza è importanti per la salubrità ed il benessere della madre come pure per lo sviluppo sano del feto. Un approccio graduale a cura di asma simile a quella utilizzata nelle linee guida generali del trattamento di asma di NAEPP per i bambini e gli adulti non gravidi è raccomandato. Nell'ambito di questo approccio, il farmaco è aumentato nell'intensità se avuto bisogno di e fatto un passo - giù una volta possibile, secondo la severità di asma. Poiché la severità di asma cambia durante la gravidanza per la maggior parte delle donne, le linee guida egualmente raccomandano che clinici che forniscono la severità ostetrica di asma del video di cura durante le visite prenatali dei loro pazienti che hanno asma.

“Le linee guida esaminano la prova sui farmaci di asma usati dai pazienti incinti,„ ha detto Barbara Alving, M.D., direttore provvisorio del Cuore Nazionale, Polmone e l'Istituto di Sangue (NHLBI), che amministra il NAEPP. “La prova sta rassicurando e suggerisce che sia più sicuro catturare i farmaci che avere esacerbazioni di asma. Le linee guida dovrebbero essere uno strumento utile affinchè i medici elaborino i piani di gestione ottimali di asma per le donne incinte.„

“Messo Semplicemente, quando un paziente incinto ha difficoltà respirare, il suo feto egualmente ha difficoltà ottenere l'ossigeno che ha bisogno di,„ William W. Busse, M.D., il professor di medicina aggiunto all'Università di Facoltà di Medicina di Wisconsin ed alla presidenza del gruppo di esperti pluridisciplinare di NAEPP che ha emanato le linee guida. “Ci sono molti modi che possiamo aiutare le donne incinte a gestire la loro asma ed è di importanza fondamentale che i fornitori ed i loro pazienti lavorino insieme per agire in tal modo.„

Le influenze di Asma oltre 20 milione Americani ed è una delle condizioni mediche potenzialmente serie più comuni per complicare la gravidanza. L'asma Materna è associata a un aumentato rischio della morte infantile, del preeclampsia (uno stato serio tracciato da ipertensione, che può causare gli attacchi nella madre o nel feto), della nascita prematura e del basso peso alla nascita. Questi rischi sono collegati alla severità di asma - rischio più severo di aumenti di asma, mentre la migliore asma controllata è legata ai rischi in diminuzione.

L'Asma peggiora in circa 30 per cento delle donne che hanno asma delicata all'inizio della loro gravidanza, secondo uno studio recente dall'Istituto Nazionale della Rete Materno-Fetale delle Unità della Medicina dello Sviluppo Umano e di Salute dei bambini e finanziato da NHLBI. Lo studio egualmente ha trovato che, per contro, l'asma è migliorato in 23 per cento delle donne che inizialmente hanno avute asma moderata o severa.

“Non possiamo predire chi peggiorerà durante la gravidanza, in modo dalle nuove linee guida raccomandano che i pazienti incinti con asma persistente abbiano loro asma abbiano controllato almeno mensilmente da un fornitore di cure mediche,„ Mitchell Dombrowski spiegato, M.D., capo dell'ostetricia e della ginecologia per vedere se c'è l'Ospedale di St John a Detroit e un membro del gruppo di esperti di NAEPP. “I Clinici che forniscono la cura ostetrica dovrebbero fa parte del management team dell'asma del paziente, lavorando con il paziente ed il suo curante di asma per regolare i suoi farmaci se necessario tenere la sua asma sotto controllo e ridurre il rischio di complicazioni da asma per il suo e suo bambino.„

Le raccomandazioni Chiave dalle linee guida per quanto riguarda i farmaci includono:

  • Il Albuterol, un beta2-agonist inalato di breve durata, dovrebbe essere utilizzato come farmaco di rapido-sollievo per trattare i sintomi di asma. Le Donne incinte con asma dovrebbero avere questo farmaco disponibile sempre.

  • Donne che hanno almeno 2 giorni alla settimana i sintomi o due notti un il mese per avere asma persistente e per avere bisogno del farmaco quotidiano per cura a lungo termine della loro asma e per impedire le esacerbazioni. I corticosteroidi Inalati sono il farmaco preferito per gestire l'infiammazione di fondo in donne incinte con asma persistente. Le linee guida notano che ci sono più dati sulla sicurezza di uso di budesonide durante la gravidanza che su altra corticosteroidi inalati; tuttavia, non ci sono dati che indicano che altri corticosteroidi inalati sono pericolosi durante la gravidanza ed altri corticosteroidi inalati possono essere continuati se efficacemente gestiscono l'asma di un paziente. I farmaci quotidiani di Alternativa sono antagonisti, cromolyn, o teofillina del ricevitore del leukotriene.

  • Per i pazienti di cui l'asma persistente non è controllato buono sulle dosi basse dei corticosteroidi inalati da solo, le linee guida raccomandano di aumentare la dose del corticosteroide inalato o di aggiungere un altro farmaco -- un beta agonista a lunga azione. Il gruppo di esperti ha concluso che i dati sono insufficienti per indicare una preferenza di un'opzione sopra l'altra.

  • I corticosteroidi Orali possono essere richiesti per il trattamento di asma severa. Le linee guida notano che ci sono dati contrastanti per quanto riguarda la sicurezza dei corticiosteroids orali durante la gravidanza; tuttavia, l'asma severa e incontrollata comporta un rischio definito alla madre ed al feto; e l'uso dei corticosteroidi orali può essere autorizzato.

“Parecchi studi hanno indicato che catturare i corticosteroidi inalati migliora la funzione polmonare durante la gravidanza e diminuisce le esacerbazioni di asma--e l'altro grande, gli studi prospettivi non hanno trovato relazione fra la cattura dei corticosteroidi inalati ed anomalie congenite o altri risultati avversi di gravidanza,„ ha detto Michael Schatz, M.D., M.S., capo del Dipartimento dell'Allergia per il Centro Medico di Kaiser Permanente San Diego. Schatz è egualmente un membro del gruppo di esperti di NAEPP su asma durante la gravidanza e l'autore di un editoriale che accompagna le linee guida riferisce.

Le linee guida evidenziano altri aspetti importanti della gestione di asma durante la gravidanza, come l'identificazione e limitazione dell'esposizione ai grilletti di asma. Similmente, le donne con altre circostanze che possono peggiorare l'asma, quale rinite allergica, sinusite e riflusso gastroesofageo, dovrebbero fare quelle trattare circostanze pure. Tali circostanze diventano spesso più importune durante la gravidanza.

“Importante come i farmaci sono per asma gestente, una donna incinta può diminuire quanto farmaco è necessario identificando ed evitando i fattori che rendono la sua asma peggiore, quali il fumo di tabacco o gli allergeni come gli acari della polvere,„ Dott. aggiunto Schatz.

Il NAEPP è stato stabilito nel marzo 1989 per diminuire la malattia e la morte in relazione con l'asma e per migliorare la qualità di vita della gente con asma. Oggi, le 40 organizzazioni, compreso le associazioni mediche importanti, le organizzazioni di salubrità volontarie e numerosi enti federali, comprendono il Comitato di Coordinamento di NAEPP. Il NAEPP egualmente coordina le attività in relazione con l'asma federali, come designato dal Congresso con la Legge della Salubrità dei Bambini di 2000. NAEPP riunisce i gruppi di esperti poichè necessario per assicurare che l'ultima prova scientifica sia tradotta in raccomandazioni cliniche aiutare i clinici a fornire la cura migliore di asma.

http://www.nhlbi.nih.gov/