Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

l'Anti-attacco droga l'invecchiamento lento negli ascaridi

I ricercatori alla scuola di medicina dell'università di Washington a St. Louis hanno scoperto che la classe A di farmaci di anti-attacco rallenta la tariffa di invecchiamento negli ascaridi. I vermi, una volta esposto alle droghe utilizzate all'epilessia dell'ossequio in esseri umani, vivo lungamente più lungamente e nelle funzioni giovanili conservate del normale.

Poiché le droghe pregiudicano i segnali del nervo, le osservazioni dei ricercatori suggeriscono che il sistema nervoso influenzi i trattamenti di invecchiamento. I risultati sono riferiti nell'emissione del 14 gennaio della scienza del giornale.

L'effetto antinvecchiamento è stato rivelato in una selezione casuale di 19 droghe approvate per il trattamento dei vari disordini in esseri umani. “Non abbiamo cominciato con un'ipotesi circa che cause che invecchiano,„ dice Kerry senior Kornfeld autore, M.D., Ph.D., professore associato di biologia molecolare e farmacologia. “Abbiamo voluto esaminare in un modo imparziale i composti disponibili vedere se qualsiasi di loro sembrasse avere attività antinvecchiamento.„

I ricercatori hanno coltivato i elegans dell'ascaride C. in presenza delle 19 droghe ed hanno trovato che un anticonvulsivo, ethosuximide, ha prolungato le vite dei vermi da una media dei 17 giorni fino una media dei 20 giorni. Ulteriori prove sugli anticonvulsivi hanno rivelato che egualmente hanno aumentato la durata, con il trimethadione della droga che ha il più grande effetto e che prolunga le vite dei vermi da 47 per cento.

Il gruppo poi ha cercato di scoprire il meccanismo di fondo per l'effetto degli anticonvulsivi. Era evidente che le droghe non hanno imitato gli effetti antinvecchiamento della restrizione calorica, perché i vermi hanno avuti alimento abbondante e sembrati ben nutrito. I ricercatori egualmente hanno dimostrato che gli anticonvulsivi non hanno prolungato la vita proteggendo i vermi dai batteri patogeni nel loro ambiente.

Ethosuximide e il trimethadione, tuttavia, hanno ritardato significativamente i declini relativi all'età nell'attività neuromuscolare. I vermi trattati hanno continuato a video i tratti giovanili del movimento veloce dell'organismo ed a digiunare pompaggio delle parti della bocca durante la fase posteriore di loro vite estese. Ulteriori esami hanno provato che gli anticonvulsivi hanno stimolato la trasmissione dei segnali in nervi che gestiscono il movimento dell'organismo.

Gli scienziati precedentemente avevano trovato le mutazioni genetiche nei elegans del C. che pregiudicano sia il sistema nervoso che la durata. I ricercatori hanno usato questi vermi mutanti più ulteriormente per bloccare il meccanismo da cui gli anticonvulsivi hanno aumentato la longevità.

I geni mutati dei vermi pregiudicano la funzione dei neuroni sensoriali che regolamentano la versione di un ormone del tipo di insulina. “Gli input sensoriali dall'esterno regolamentano il livello di segnalazione dell'insulina dentro l'organismo, che poi a sua volta regolamenta la longevità nei vermi,„ Kornfeld dice.

Provando gli anticonvulsivi sui vermi mutanti lungo-vivi, i ricercatori hanno trovato che le droghe ulteriori hanno prolungato le loro vite, sebbene non fino lo stesso grado prolungassero le vite dei vermi senza le mutazioni. Che indica gli anticonvulsivi può pregiudicare invecchiare parzialmente con la loro influenza sul sistema neurale in questione nella via di segnalazione dell'insulina e parzialmente attraverso un meccanismo indipendente, secondo Kornfeld.

“I nostri esperimenti mostrano che c'è una connessione importante fra la funzione neurale e longevità,„ Kornfeld dice. “Stiamo continuando questa riga di ricerca per identificare le funzioni precise del sistema nervoso che inducono i vermi a vivere più lungamente.„

Poiché i ricercatori hanno trovato che gli anticonvulsivi pregiudicano il sistema nervoso dei elegans del C., egualmente pianificazione usare i vermi come organismi di modello per studiare come le droghe inibiscono gli attacchi in pazienti epilettici, un meccanismo che corrente non è buono capito. Tale ricerca ha potuto piombo ai trattamenti più efficaci per l'epilessia.