Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Salti iniziando le celle di T nel cancro di interfaccia

Il melanoma avanzato, il modulo più micidiale del cancro di interfaccia, può essere trattato con successo in alcuni casi vaccinando i pazienti con le proteine del tumore.

Come questi vaccini funzionano e perché sono soltanto efficaci in alcuni pazienti rimane poco chiaro. Pierre Coulie e colleghi ora mostra, in due articoli nell'edizione del 17 gennaio del giornale di medicina sperimentale, che questi vaccini funzionano aumentando il numero delle celle immuni chiamate celle di T dell'uccisore che possono attaccare il tumore. In un inatteso trovando, tuttavia, hanno scoperto quella che queste celle principalmente riconoscono le proteine del tumore che non sono state contenute nel vaccino. Capendo le caratteristiche delle popolazioni a cellula T che sono espante dopo che la vaccinazione può aiutare nello sviluppo di vaccini antitumorali più efficaci.

le celle di T Tumore-specifiche possono essere individuate nel sangue e nei tumori di molti pazienti del melanoma, ma queste celle non possono uccidere il tumore. Che cosa causa l'impotenza di queste celle di T è un mistero. Ugualmente misterioso è perché la vaccinazione contro le proteine tumore-specifiche a volte causa la regressione del tumore senza ampliare tantissime celle di T vaccino-specifiche dell'uccisore.

Il gruppo di Pierre Coulie ha studiato le celle di T antitumorali in pazienti vaccinati con un antigene tumorale chiamato MAGE-3. In un paziente di cui il tumore è regredito dopo la vaccinazione, gli autori hanno trovato significantly more celle di T specifiche per le proteine del tumore del non vaccino che sono stati individuati prima della vaccinazione. le celle di T Vaccino-specifiche, d'altra parte, sono diventato rilevabili ma non si sono espante ai grandi numeri. Quindi, reinvigoration delle celle di T tumore-specifiche attuali dopo che la vaccinazione non ha richiesto tantissime celle di T vaccino-specifiche.

Sebbene non sia conosciuto come queste celle tumore-specifiche ottengono attivate, Coulie pensa che le poche celle di T stimolate dal vaccino possano cambiare l'ambiente locale e soppressivo del tumore tali che altre celle di T possono rompersi dal loro stupore ed attaccare il tumore.