Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Relazione fra obesità e la sopravvivenza del cancro al seno

Le donne che sono di peso eccessivo prima della diagnosi del cancro al seno, o che è magra ma guadagna il peso dopo la diagnosi, sono più probabili avere loro rendimento di malattia o morire della malattia, manifestazioni nuove di uno studio. Questo effetto è stato trovato per essere particolarmente pronunciato fra le donne che non avevano fumato mai. Lo studio è pubblicato online nel giornale dell'oncologia clinica (JCO).

Per valutare la relazione fra obesità e la sopravvivenza del cancro al seno, i ricercatori hanno esaminato le informazioni di anamnesi e di stile di vita dettagliato di 5.204 pazienti di cancro al seno in 24 anni. Le donne erano partecipanti dello studio della salubrità degli infermieri (NHS), uno studio prospettivo sulla salubrità di 121.700 infermieri femminili condotti fra 1976 e 2000. I ricercatori hanno usato l'indice di massa corporea (BMI) - il rapporto dell'altezza di una persona in metri al loro peso nei chilogrammi - per classificare le donne come peso normale (BMI di 18,5 - 24,9), il peso eccessivo (BMI di 25 - 29,9), o obeso (un BMI superiore a 30). I ricercatori egualmente hanno computato il cambiamento nel peso prima e dopo la diagnosi ed hanno classificato le donne come peso perdente, peso di mantenimento, guadagnando una quantità modesta di peso e guadagnando una quantità sostanziale di peso.

Sebbene altri studi abbiano indirizzato il collegamento fra l'obesità e la sopravvivenza del cancro al seno, nessuno studio priore aveva separato i fumatori dai non-fumatori. I ricercatori suggeriscono che l'omissione di separare questi gruppi nelle analisi possa oscurare l'influenza di peso o di obesità sulla ricorrenza e sulla mortalità del cancro al seno.

I ricercatori hanno trovato che l'alto peso prima della diagnosi è stato associato con la sopravvivenza più difficile, ma che hanno trovato che questa era particolarmente evidente in donne che non avevano fumato mai. I fumatori che erano di peso eccessivo (BMI di 25 kg/m2 o più alto) alla diagnosi non erano mai quasi due volte probabili morire poichè mai fumatori che erano normale-peso (BMI di meno di 25 kg/m2).

Ancora, l'obesità dopo che la diagnosi del cancro al seno egualmente è stata associata con un rischio aumentato di ricorrenza e di morte e questo rischio sono aumentato mentre l'obesità è aumentato. Ciò era egualmente la più evidente in donne che non avevano fumato mai. le donne difumo che hanno guadagnato più di 2,0 kg/m2 o una media di 17 libbre, erano 1,5 volte più probabili da avere una ricorrenza della loro malattia o da morire durante il seguito che le donne che hanno mantenuto il loro peso (all'interno di 0,5 kg/m2 del loro peso originale).

“Combinare i fumatori ed i non-fumatori nelle analisi può mascherare la relazione vera fra peso e la sopravvivenza dopo una diagnosi del cancro al seno, dal fumo è collegato generalmente con entrambi i livelli più bassi di peso e un elevato rischio della morte complessivo,„ ha detto Candyce Kroenke, ScD, del dipartimento di medicina a Brigham & all'ospedale delle donne, alla facoltà di medicina di Harvard ed all'autore principale dello studio.

“I ricercatori egualmente hanno speculato che l'obesità agisce su cancro sollevando i livelli dell'organismo di ormoni sessuali quale estrogeno, specialmente in donne post-della menopausa. Tuttavia, dal fumo può promuovere la formazione di estrogeni meno biologicamente attivi, può essere più difficile da capire la relazione fra peso e cancro al seno quando combina i fumatori ed i non-fumatori in uno studio. Questo studio suggerisce una relazione più complessa fra peso e la sopravvivenza del cancro al seno che originalmente è stato considerato,„ il Dott. Kroenke ha aggiunto.

I ricercatori hanno notato che le associazioni fra obesità e la sopravvivenza erano più forti in donne con il cancro della fase iniziale, coloro che era normale-peso prima della diagnosi e coloro che era premenopausal rispetto alle donne con il cancro dello stadio avanzato, o coloro che era di peso eccessivo o postmenopausale.

“Le donne recentemente diagnosticate con cancro al seno o ad ad alto rischio per la malattia dovrebbero intraprendere le azione per mantenere un peso sano per diminuire il rischio di ricorrenza e morte,„ ha detto il Dott. Kroenke.

Un editoriale accompagnante dalla sorba T. Chlebowski, il MD, il PhD, oncologo medico, all'istituto di ricerca biomedico di Los Angeles, centro medico Porto-UCLA ha notato che lo studio solleva le questioni importanti circa le interazioni fra tabagismo, l'obesità e la sopravvivenza del cancro al seno.

“Questo studio sottolinea la necessità per i dati più clinici di determinare quali interventi di stile di vita possono il più efficacemente aiutare le donne a raggiungere o mantenere un peso sano dopo la diagnosi con cancro al seno,„ ha detto il Dott. Chlebowski.

“Peso, obesità e sopravvivenza dopo la diagnosi del cancro al seno.„ Candyce Kroenke, ed altri, laboratorio di Channing, dipartimento di medicina, ospedale delle donne & di Brigham e facoltà di medicina di Harvard, Boston, mA.