Bugne alla base neurale dell'autismo

In uno studio che estende la nostra comprensione della base neurale delle interazioni sociali, dei ricercatori alla Facoltà di Medicina di Harvard e dell'Università di Montreal hanno indicato che le persone con autismo video i reticoli anormali di attività in circuiti del cervello che sono alla base della comprensione del comportamento dell'altra gente.

L'Autismo è un disordine del cervello che comincia nella prima infanzia e persiste in tutto l'età adulta; influenze tre aree cruciali di sviluppo: comunicazione, interazione sociale e gioco creativo o immaginativo.

La base dello studio è una popolazione delle cellule cerebrali chiamate neuroni dello specchio, che sono attivi entrambi quando eseguiamo un atto specifico e quando vediamo che l'atto ha eseguito da un altro. Si è argomentato che i neuroni dello specchio sono una parte essenziale di riconoscimento degli atti realizzati da altre persone. Come tale, i comportamenti complessi quali trattamento d'imitazione e emozionale ed il linguaggio possono dipendere da un trattamento del tipo di simulazione con cui l'osservazione del motore, le sensitive, o (per esempio,) stati emozionali affettivi in altri attiva le rappresentazioni corrispondenti nell'osservatore.

Nel lavoro recente, i ricercatori Hugo Théoret dell'Università di Pascual-Leone di Montreal e della Facoltà di Medicina e di Alvaro di Harvard della Facoltà di Medicina di Harvard indicano che in alcune istanze particolari, aree del cervello che sono normalmente attive durante l'osservazione dei movimenti della mano sia silenzioso in persone con autismo. Facendo Uso di una tecnica chiamata stimolo magnetico transcranial, i ricercatori hanno indicato che quando gli oggetti autistici hanno osservato passivamente i movimenti insignificanti della barretta, l'attività di cervello nella corteccia di motore era immutata dai valori basali, mentre questa attività contrassegnato è stata migliorata in persone non autistiche. Il lavoro suggerisce che un sistema difettoso del specchio-neurone potrebbe rappresentare i sostegni neurali dei deficit sociali caratteristici di autismo, alterazioni che infine piombo alle abilità sociali reciproche diminuite e forse impediscono lo sviluppo normale dell'empatia.

http://www.cell.com/