L'estrogeno di didascalia può essere estremamente importante a migliorare la sopravvivenza dal cancro polmonare

I nuovi ed efficaci trattamenti per il cancro polmonare possono riposare sulla loro capacità di ostacolare l'atto di estrogeno in cellule tumorali del polmone, secondo due studi pubblicati nella questione attuale di ricerca sul cancro.

L'università di configurazione di studi di Pittsburgh sulle conoscenze attuali circa la relazione fra estrogeno e la crescita del cancro polmonare e suggerisce che bloccare l'estrogeno possa essere estremamente importante a migliorare la sopravvivenza dalla malattia.

Dal 1930, un aumento di 600 per cento nei tassi di mortalità dal cancro polmonare è stato riferito in donne negli Stati Uniti, piombo alcuni esperti suggerire che le donne potessero essere più suscettibili del cancro polmonare che gli uomini. La ricerca corrente si contende che questa potrebbe essere dovuto gli effetti di estrogeno sui polmoni.

“I nostri studi continuano ad indicare che le cellule tumorali del polmone si sviluppano in risposta ad estrogeno e che fermare o rallentare la diffusione della malattia può dipendere dal blocco dell'atto di estrogeno,„ hanno detto Jill Siegfried, Ph.D., professore, dipartimento di farmacologia e dei co-dirigenti, il polmone ed il programma toracico di malignità, università di istituto del Cancro di Pittsburgh. “Infatti, negli studi precedenti, abbiamo osservato che le celle del tumore del polmone contengono i ricevitori dell'estrogeno ai livelli comparabili alle celle di cancro al seno.„ Un ricevitore è una struttura sulla superficie di una cella che selettivamente riceve e lega le sostanze.

Nel primo studio, Laura Stabile, il Ph.D., l'istruttore nel dipartimento di farmacologia all'università di Pittsburgh ed i colleghi hanno esaminato i metodi per bloccare l'atto di estrogeno nei tumori umani del polmone innestati in mouse. Hanno confrontato l'effetto del blocco della via del ricevitore (ER) dell'estrogeno da solo a bloccarla congiuntamente ad un'altra via del ricevitore - il recettore del fattore di crescita dell'epidermide (EGFR). I ricercatori hanno combinato un agente approvato per l'inibizione della via di EGFR, il gefitinib (Iressa®), con un agente dell'anti-estrogeno, fulvestrant (Faslodex®) - un trattamento comunemente usato gestire il cancro al seno in donne con i tumori positivi di ER, ma non ancora approvato per trattamento del cancro clinico del polmone. Hanno trovato che il trattamento combinato ha provocato una diminuzione di volume del tumore di 59 per cento, confrontata ad una diminuzione di 49 per cento per il trattamento del gefitinib da solo e ad una diminuzione di 32 per cento per il trattamento fulvestrant da solo. Egualmente hanno trovato che i tumori del polmone nel gruppo combinato del trattamento sono stati compresi pricipalmente i morti e le celle di morte, mentre il numero di queste celle nei singoli gruppi del trattamento era significativamente più basso. Lo studio suggerisce che un'interazione fra i trattamenti che mirano sia al ER che a EGFR possa migliorare gli effetti antitumorali della terapia sopra l'uso di ogni agente da solo. Un test clinico pilota è già prova in corso la terapia di combinazione in donne con il cancro polmonare avanzato.

“La prova dal nostro studio conferma che cosa è stato descritto per cancro al seno - quella didascalia il ricevitore dell'estrogeno e le vie del recettore del fattore di crescita dell'epidermide è insieme più efficace,„ ha detto il Dott. Stabile.

Nel secondo studio, Pamela Hershberger, il Ph.D., assistente universitario nel dipartimento di farmacologia all'università di Pittsburgh, ha esaminato l'effetto di estrogeno sull'espressione dei geni in cellule tumorali del polmone. Facendo uso delle schiere del gene, il Dott. Hershberger ed i colleghi hanno riferito che alcuni degli stessi geni della crescita indotti da estrogeno nel cancro al seno egualmente sono regolamentati da estrogeno nel cancro polmonare. Inoltre, lo stesso inibitore dell'estrogeno, fulvestrant, che era attivo contro il cancro polmonare nello studio del Dott. Stabile egualmente ha bloccato la capacità di estrogeno di regolamentare l'espressione genica della cellula tumorale del polmone. Più ancora di studio di Dott. Hershberger indicato che altre proteine state necessarie affinchè il ER agiscano nel cancro al seno sono trovate in cellule tumorali del polmone.

“Entrambi studi suggeriscono chiaramente che le cellule tumorali del polmone rispondano ad estrogeno e che migliorare la sopravvivenza paziente globale può essere dipendente dall'identificazione delle terapie che mirano alle vie specifiche e mettono un arresto alla segnalazione dell'estrogeno,„ ha detto il Dott. Siegfried.

Gli studi sono stati costituiti un fondo per da un programma specializzato del premio di eccellenza (SPORE) della ricerca nel cancro polmonare dall'istituto nazionale contro il cancro all'università di istituto del Cancro di Pittsburgh.

i Co-ricercatori sul primo studio includono Jennifer S. Lyker, Christopher T. Gubish, Weiping Zhang, Ph.D., Jennifer R. Grandis, M.D. ed il Dott. Siegfried. i Co-ricercatori sul secondo studio includono il segno Nichols, Ph.D., A. Cecilia Vasquez, Beatriz Kanterewicz, lo sbarco di Stephanie, il Ph.D. ed il Dott. Siegfried.