Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il betabloccante abbassa la pressione sanguigna ed evita gli attacchi di cuore di ripetizione

Un modulo del betabloccante, una droga comunemente usata abbassare la pressione sanguigna ed evitare gli attacchi di cuore di ripetizione, possono fornire la risposta ad impedire lUn modulo del betabloccante, una droga comunemente usata abbassare la pressione sanguigna ed evitare gli attacchi di cuore di ripetizione, possono fornire la risposta ad impedire l'osteoporosi, hanno detto un istituto universitario di Baylor del ricercatore della medicina.

In un rapporto che compare oggi online nella natura del giornale, il Dott. Gerard Karsenty, professore del BCM della genetica molecolare ed umana e nei suoi colleghi dimostri in mouse che il sistema nervoso simpatico media il riassorbimento o la distruzione dell'osso tramite un ricevitore speciale sulle celle di osso e che questo effetto è richiesto per lo sviluppo di osteoporosi dopo menopausa in mouse. Impedendo i sistemi nervosi simpatici l'attivazione del questo ricevitore ha potuto impedire l'osteoporosi.

I 10 milione Americani stimati sopra l'età di 50 e 30 milione di persone universalmente hanno osteoporosi, una malattia in cui là è la meno massa dell'osso e un ad alto rischio della frattura. Ogni anno, 1,5 milione Americani soffrono una frattura a causa della malattia. In un rapporto l'ottobre scorso, il chirurgo generale degli Stati Uniti ha stimato che il costo di occuparsi della gente con le fratture in relazione con l'osteoporosi ammontasse a $18 miliardo all'anno, una figura che aumenterà a meno che gli sforzi di prevenzione migliorassero.

Il lavoro di Karsenty ha cominciato cinque anni fa quando il suo gruppo ha dimostrato quell'delle funzioni principali della leptina, un ormone inizialmente ha pensato per regolamentare soltanto l'appetito, è di regolamentare la formazione dell'osso. Più successivamente, hanno indicato che il sistema nervoso simpatico media soltanto questo atto della leptina.

Nello studio più recente, hanno indicato che la leptina egualmente pregiudica la distruzione o il riassorbimento dell'osso tramite un ricevitore per il sistema nervoso simpatico presente sulle celle di osso.

I mouse che mancano di questo ricevitore hanno “che cosa ogni donna a periodo di menopausa vorrebbe sperimentare,„ hanno detto Karsenty. “Fanno più osso, distruggono meno osso e non perdono l'osso quando le loro ovaie sono eliminate. Ciò è la prima dimostrazione che le cellule nervose sono coinvolgere nello sviluppo di osteoporosi. Ciò ha implicazioni cliniche tremende particolarmente poiché questi mouse non sono obesi.„

Le droghe che inibiscono il sistema nervoso simpatico sono già comunemente in uso. Sono chiamate betabloccanti e uno studio nel giornale di American Medical Association (JAMA. 15 settembre 2004; 292(11): le 1326-32) ipotesi di Karsenty dei contrafforti, dimostrando quello pazienti più anziani con osteoporosi che ha catturato i betabloccanti hanno avute meno fratture che coloro che non ha fatto.

“Il compito ora è di sviluppare i betabloccanti che sono specifici disossare e non pregiudica le celle nel muscolo di cuore. Poi avreste la prevenzione di osteoporosi con una droga sicura e nessun effetto del cuore. C'è molta ragione che può essere fatto,„ ha detto Karsenty.

Egualmente sta studiando l'effetto dei betabloccanti sugli uomini che hanno subito la castrazione chirurgica come trattamento per carcinoma della prostata. Questo studio sta effettuando in collaborazione con il centro del Cancro dell'università del Texas M.D. Anderson a Houston.

Altri che abbiano partecipato alla ricerca includono: DRS. Florent Elefteriou, Jong Deok Ahn, Shu Takeda, Michael Starbuck, Xiangli Yang e Xiuyun Liu, tutto il BCM; Hisataka Kondo e Masaki Noda dell'università medica e dentaria di Tokyo nel Giappone; William G. Richards e Tony W. Bannon di Amgen Inc., in Thousand Oaks, California; Karine clemente del gruppo di INSERM Avenir; Università Parigi e cristiano Vaisse dell'università di California, San Francisco.