I fumatori hanno un rischio aumentato di esperimento degli strappi di polsino di rotatore

I fumatori hanno un rischio aumentato di esperimento degli strappi di polsino di rotatore nelle loro spalle che le loro controparti senza tabacco, secondo i risultati di studio presentati oggi alla settantaduesima riunione annuale dell'accademia americana dei chirurghi ortopedici. Gli studi precedenti hanno analizzato la correlazione fra uso del tabacco e le lesioni osteomuscolari, ma non hanno messo a fuoco specificamente sul fumo di impatto ha su questa ferita sulla spalla unilaterale.

Un gruppo dei ricercatori dalla scuola di medicina dell'università di Washington - l'ospedale ebreo di Barnes ha intervistato le 586 età dei pazienti 18 anni e più vecchi chi ha avuto un ultrasuono diagnostico della spalla per dolore della spalla senza cronologia priore della chirurgia della spalla. Di questo gruppo, 375 pazienti hanno avuti uno strappo di polsino di rotatore e 211 paziente non ha fatto.

L'autore principale dello studio, Keith M. Baumgarten, il MD, il chirurgo ortopedico all'ospedale per ambulatorio speciale, New York ed il suo gruppo dall'università di Washington hanno sviluppato un questionario standardizzato che è stato amministrato a tutti e 586 i pazienti per determinare il demografico, medico, farmaceutico ed i fattori di stile di vita che possono comportare un rischio aumentato per gli strappi di polsino di rotatore. I pazienti che, effettivamente, hanno avuti strappi di polsino di rotatore sono stati confrontati ai pazienti senza questa lesione per determinare se ci fosse della correlazione fra gli strappi di polsino di rotatore ed i fattori di rischio demografici.

“I nostri dati del questionario indicano che significantly more pazienti con gli strappi di polsino di rotatore hanno avuti una cronologia di tabagismo quotidiano confrontato ai pazienti senza strappi di polsino di rotatore,„ hanno detto il Dott. Baumgarten. “I pazienti con gli strappi di polsino di rotatore erano egualmente più probabili fumare regolarmente nei dieci anni prima di arrivare alla nostra clinica per la valutazione del loro dolore della spalla. Questi dati suggeriscono chiaramente che l'uso del tabacco aumenti il rischio per gli strappi di polsino di rotatore.„

Lo studio ha dimostrato una relazione dipendente dalla dose fra uso del tabacco e gli strappi di polsino di rotatore, poiché i pazienti con gli strappi di polsino di rotatore hanno avuti statisticamente un importante crescita 1) nel numero medio dei terrapieni di tabacco consumati al giorno; 2) la durata di tabagismo; e 3) il numero medio degli terrapieno-anni di uso del tabacco.

Secondo il Dott. Baumgarten, i risultati di questo studio sono biologicamente plausibili perché fumare è stato indicato per alterare la guarigione di altri tessuti biologici, specificamente per disossare e pelare. Il nicotina è stato indicato negli studi precedenti a produzione di diminuzione dei fibroblasti (le celle principali responsabili della riparazione del tessuto). Inoltre, il monossido di carbonio trovato nel fumo di tabacco diminuisce i livelli cellulari di tensione dell'ossigeno, che sono vitali per la guarigione cellulare del tessuto e del metabolismo.

Catturando nelle condizioni mediche di considerazione, lo studio egualmente ha trovato che c'era statisticamente un importante crescita in strappi di polsino di rotatore fra i pazienti con l'artrite reumatoide.

Fra i due gruppi, non c'erano differenze significative trovate nella frequenza dell'esercizio o del sollevamento pesi. Mentre il lavoro manuale precedentemente è stato associato con la tendinite della spalla, non c'era differenza fra i due gruppi quando confronta gli ambienti sedentari del lavoro alle occupazioni che richiedono il lavoro manuale riguardo all'impatto sugli strappi di polsino di rotatore.

“Ha avanzato l'età, uso del tabacco e l'artrite reumatoide è fattori di rischio che aumentano le probabilità di una persona di esperimento dello strappo di polsino di rotatore,„ ha detto il Dott. Baumgarten.

Un chirurgo ortopedico è un medico con esteso addestramento nella diagnosi e nel trattamento non chirurgico come pure chirurgico del sistema osteomuscolare, compreso le ossa, le articolazioni, i legamenti, i tendini, i muscoli ed i nervi.