Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La terapia di CPAP aiuta i livelli del glucosio di controllo fra i pazienti con tipo il diabete e apnea nel sonno di II

I pazienti con tipo il diabete di II che egualmente soffrono da apnea nel sonno ostruttiva possono abbassare i loro livelli del glucosio ricevendo la terapia dell'apnea nel sonno più comune, un nuovo studio ha trovato.

Lo studio compare negli archivi del 28 febbraio di medicina interna.

Il Dott. James Herdegen, professore associato di medicina all'università dell'Illinois a Chicago e Direttore medico del UIC concentra per sonno e disordini ventilatori ed i suoi livelli del glucosio misurati co-author di partecipanti prima e dopo le vie respiratorie positive continue fanno pressione sulla terapia, o su CPAP.

L'apnea nel sonno ostruttiva è un disordine di sonno in cui una persona che respira gli arresti o diventa irregolare durante il sonno come conseguenza delle vie respiratorie crollate. Ciò interrompe il sonno sano e causa una serie di effetti a breve termine e duraturi che minacciano la salubrità. La ricerca precedente ha trovato che vittime dell'apnea nel sonno è nove volte più probabile da avere diabete che quelle senza il disordine di sonno.

CPAP, l'opzione del trattamento più comune per apnea nel sonno ostruttiva, comprende indossare una maschera che fornisce una corrente di aria costante attraverso il radiatore anteriore durante il sonno. Il flusso d'aria tiene i passaggi nasali aperti sufficientemente per impedire il crollo della galleria di ventilazione.

Quando il trattamento di CPAP è stato amministrato per almeno quattro ore ogni giorno, c'era una riduzione significativa dei livelli del glucosio dei partecipanti. Abbassando i livelli del glucosio, i pazienti con il diabete possono diminuire significativamente il loro rischio di sviluppare le complicazioni della tardi-fase compreso la malattia cardiovascolare, del rene, dell'occhio e del nervo.

“Con tale chiara prova per l'ad alto rischio di apnea nel sonno fra i pazienti con tipo il diabete di II, è che i nostri pazienti di manifestazione di dati possono raggiungere il migliore controllo dei loro livelli del glucosio con la terapia di CPAP,„ Herdegen incoraggiante ha detto. Sulla base dei risultati dello studio, Herdegen raccomanda che i pazienti diabetici che esibiscono i sintomi come l'eccessiva sonnolenza di giorno e russare rumoroso e persistente siano schermati per apnea nel sonno ed il trattamento di ricerca se il disordine di sonno è confermato.

Più di 18 milione di persone negli Stati Uniti hanno diabete e la manifestazione di studi questo numero è sull'aumento. Il diabete è una malattia in cui l'organismo non produce o correttamente non utilizza l'insulina e può piombo alla morte se non trattata correttamente. Circa 18 milione Americani soffrono da apnea nel sonno ostruttiva, sebbene 90 per cento non siano stati diagnosticati.

Altri autori sul documento sono DRS. Ambika Babu e Leon Fogelfeld del centro medico di Rush University e dell'ospedale del Jr. di John H. Stroger della contea di Cook, Susan Shott del centro medico di Rush University e Dott. Teodoro II Mazzone di UIC.

UIC si allinea fra le università dei principale 50 in finanziamento federale della ricerca ed è la più grande università di Chicago con 25.000 studenti, 12.000 facoltà e personale, 15 istituti universitari ed il centro medico pubblico principale della nazione dello stato. Un marchio di garanzia della città universitaria è il grande impegno delle città, con cui la facoltà, gli studenti ed il personale di UIC si impegnano con i partner corporativi, delle fondamenta e di governo della comunità, nelle centinaia di programmi per migliorare la qualità di vita nelle aree metropolitane intorno al mondo.