Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Un socket di cinorrodo basso predice l'osteoartrite del cinorrodo

Lo studio a lungo termine suggerisce la displasia acetabular moderata, uno stato inerente allo sviluppo di instabilità del cinorrodo, come fattore di rischio indipendente per la malattia.

L'osteoartrite (OA) del cinorrodo è una delle cause di piombo dell'inabilità fra gli uomini e le donne anziani. Questa malattia unita progressiva comprende i fattori multipli, compreso i geni, l'età, il genere, gli ormoni come pure l'indice di massa corporea, sforzo meccanico. Inoltre, uno stato inerente allo sviluppo conosciuto come displasia acetabular può contribuire al rischio di malattia. Presenti spesso alla nascita, displasia acetabular è tracciato da un socket di cinorrodo basso, rendendo il cinorrodo alla la dislocazione instabile e, nei casi estremi, incline. La displasia acetabular severa è stata collegata al cinorrodo prematuro OA. L'influenza di displasia acetabular moderata sullo sviluppo del cinorrodo OA è meno chiara. Per valutare il ruolo di displasia acetabular moderata nell'inizio del cinorrodo OA, un gruppo di ricerca nei Paesi Bassi ha intrapreso gli studi a lungo termine sulle 835 età degli uomini e delle donne 55 anni e più vecchi. I loro risultati, pubblicati nell'emissione del marzo 2005 dell'artrite & del reaumatismo, indicano la displasia acetabular, anche quando valutato ad un grado leggero, come forte fattore di rischio indipendente per OA del cinorrodo, anche in una popolazione anziana.

Piombo dal Dott. M Reijman e di supporto dall'associazione olandese di artrite, il gruppo di ricerca ha ricavato i sui oggetti dallo studio di Rotterdam, un'indagine completa sull'incidenza di e sui fattori di rischio per, le malattie rendenti non valide croniche. Al riferimento, i partecipanti non hanno avuti segni di OA radiografica del cinorrodo. Le donne hanno compreso 57 per cento il campione, di cui l'età media era di 65 anni. Al riferimento, tutti i partecipanti hanno subito le radiografie per individuare la presenza e valutare la profondità ed il grado, facendo uso dell'angolo concentrare della barriera, di displasia acetabular. I partecipanti egualmente sono stati valutati per BMI corrente e cronologia di grosso, lavoro fisicamente esigente.

Su un periodo di seguito che è in media sei anni, i partecipanti sono stati esaminati, attraverso le radiografie, per i segni definiti - osteophytes e spazio unito che limitano - del cinorrodo OA. I rapporti calcolatori di probabilità, oggetti con displasia acetabular, dal moderato a delicato, hanno avuti un rischio aumentato 4,3 volte per OA radiografica del cinorrodo. Fra gli oggetti con displasia acetabular, l'incidenza e la severità del cinorrodo OA erano maggiori fra le donne come pure connesso con un carico di lavoro meccanico di sforzo alto- e un BMI basso. Sulla base dei risultati di questo studio, il Dott. Reijman conclude che la displasia acetabular, a qualsiasi profondità o grado misurabile, è un forte, indicatore indipendente per lo sviluppo di OA del cinorrodo. “Ancora,„ nota, “le associazioni fra displasia acetabular e l'incidente OA radiografica del cinorrodo può anche essere sottovalutato a causa di età media relativamente alta della popolazione di studio. Cioè supponiamo che in una più giovane popolazione l'associazione fra displasia ed OA acetabular può essere ancora più alta.„