Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La terapia del Antiretroviral può impedire alcuni cancri nella gente con il HIV

Nella gente infettata con il virus dell'immunodeficienza umana (HIV), la terapia di antiretroviral altamente attiva (HAART) può impedire la maggior parte dei casi in eccesso del sarcoma e del linfoma non Hodgkin di Kaposi, secondo un nuovo studio nell'edizione del 16 marzo del giornale dell'istituto nazionale contro il cancro.

Gli studi della gente con la sindrome da immunodeficienza acquisita (AIDS) hanno riferito i rischi aumentati di parecchi cancri, compreso il sarcoma di Kaposi, il linfoma non Hodgkin e, in misura inferiore, il cancro anale, il cancro cervicale dilagante ed il linfoma di Hodgkin. Tuttavia, meno buoni capiti sono le associazioni di questi rischi di cancro con l'uso di HAART, con stato immune e con i fattori di rischio comportamentistici come fumo.

Per stimare il rischio di cancro in eccesso nella gente infettata con il HIV e per studiare gli effetti di modificazione dell'uso di HAART e dei fattori comportamentistici su questo rischio di cancro, Gary M. Clifford, Ph.D., dell'agenzia internazionale per la ricerca su Cancro a Lione, la Francia e colleghi ha analizzato i dati registrazioni dello svizzero del HIV di gruppo dal cancro di studio e dello svizzero su più di 7,300 persone infettate con il HIV.

La gente con il HIV nello studio ha avuta un rischio altamente elevato di sarcoma e di linfoma non Hodgkin di Kaposi. Egualmente ha avuta un rischio aumentato di cancro anale, linfoma di Hodgkin, cancro cervicale, cancro di fegato, cancro dell'orlo, bocca e faringe e cancro di interfaccia del non melanoma. La gente che ha usato HAART ha avuta rischi più bassi di sarcoma e di linfoma non Hodgkin di Kaposi rispetto a coloro che non ha usato HAART, sebbene anche con HAART questi tumori si presentassero frequentemente 20 volte degli essi fa nella popolazione in genere senza HIV/AIDS. L'uso di HAART non è stato associato con i rischi più bassi di linfoma di Hodgkin o di altri cancri. Sebbene la gente infettata con il HIV abbia aumentato i rischi di cancri del polmone, dell'orlo, della bocca e della faringe, nessuna cassa di questi cancri è stata trovata fra i non-fumatori.

“In conclusione, il trattamento di HAART può impedire il rischio in eccesso di [sarcoma di Kaposi] ed il linfoma non Hodgkin, ma non quello di linfoma di Hodgkin o di altri cancri di definizione,„ gli autori scrive. “Mettere a fuoco sui modi incoraggiare le persone infettate con il HIV per terminare fumare sarebbe efficace nella diminuzione del cancro polmonare in queste persone.„

In un editoriale, in un Eric A. Engels, in un M.D. ed in un James J. Goedert, M.D., dell'istituto nazionale contro il cancro, nuova visita la cronologia dell'epidemia di AIDS e come la conoscenza di cancro e delle malattie immuni si è sviluppata da quando ha cominciato. Notano che le domande rimangono circa i tipi e la severità di cancri che compariranno nei prossimi anni fra i pazienti su HAART, che hanno meno severo ma su immunosoppressione prolungata. “Gestire l'epidemia e migliorare la sofferenza delle persone che vivono con il HIV/AIDS sono più urgenti che mai,„ scrivono. “Lo studio continuato su cancro nella gente con il HIV/AIDS redound per darci le bugne circa l'eziologia del cancro a vantaggio di tutti.„