Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I centri di trauma del Livello I amplificano la sopravvivenza di lesione alla testa

I pazienti di lesione alla testa trasferiti ai centri di trauma del Livello I sono più probabili sopravvivere a che se sono trasferiti agli impianti del Livello II, una salubrità dell'Oregon & lo studio dell'università di scienza ha trovato.

Lo studio pubblicato nell'emissione di aprile della ricerca sui servizi sanitari del giornale ha trovato che il rischio della mortalità ha caduto 10 per cento fra i pazienti con la lesione alla testa trasferita dai centri di trauma rurali a nell'Oregon e Washington per livellare i centri di trauma di I in entrambi gli stati.

Ricercatori dal centro per polizza e ricerca nella medicina di emergenza e dal dipartimento di chirurgia, della scuola di medicina di OHSU e del dipartimento di sociologia ai dati esaminati Portland State University su 542 pazienti inviati da 31 centro di trauma rurale - categorizzato come i Livelli III, IV o V - 15 ai Livelli I ed II centri di trauma fra 1991 e 1994. La popolazione di studio ha incluso i pazienti con tutto dalle commozioni cerebrali semplici al trauma cranico traumatico interno e la mortalità è stata basata sulla morte durante l'ospedalizzazione o nei 30 giorni dopo scarico.

Il gruppo “ha trovato un piccolo ma miglioramento significativo nella mortalità per i pazienti testa-danneggiati ha trasferito ai centri del Livello I una volta confrontato a quelli ha trasferito ai centri del Livello II,„ ha detto l'autore principale dello studio, K. John McConnell, il Ph.D., l'assistente universitario di OHSU della medicina di emergenza e un economista nel centro per polizza e nella ricerca nella medicina di emergenza.

OHSU e l'ospedale di Emanuel dell'eredità & il centro sanitario, entrambi a Portland, sono soli centri di trauma del Livello I dell'Oregon. A Washington, il centro medico di Harborview, situato a Seattle, è la sola funzione del Livello I dello stato. Ci sono sei centri di trauma del Livello II che serviscono l'Oregon, compreso uno a Boise, l'Idaho e due in Washington di sud-ovest e sette Washington servente, compreso un ospedale in Lewiston, l'Idaho.

I centri di trauma del Livello I forniscono la cura completa di trauma e sono richiesti per avere chirurghi di trauma, anestesisti, infermieri e tutti i subspecialties chirurgici, compreso ambulatorio cardiaco, l'ortopedia, la neurochirurgia, la cardiologia, l'oftalmologia, la chirurgia plastica, l'ambulatorio ginecologico e la chirurgia del collo e della testa, immediatamente disponibile. Anche devono avere disponibilità immediata della tecnologia della rianimazione, di neuroradiologia e di emodialisi e sono richiesti per curare annualmente 1.200 persone danneggiate o 240 pazienti importanti di trauma.

I centri di trauma del Livello II egualmente si pensano che forniscano la cura completa di trauma, ma hanno gli standard di prestazione del volume e livello meno rigorosi di risorse immediatamente disponibili che i centri livellati di I e non sono richiesti per avere programmi di ricerca e dell'insegnamento.

Malgrado un'enfasi sui sistemi regionali ed in tutto lo stato di trauma negli ultimi dieci anni nazionalmente - l'Oregon ha avuto un sistema di trauma dal 1985; Washington ha cominciato cinque anni più successivamente - varie a livello sistemi di trauma di I hanno recentemente chiuso e 19 sono minacciati per chiusura, o possono essere retroceduti ad un centro del Livello II.

I ricercatori attribuiscono molte chiusure all'alto costo dei centri del Livello di gestione I e, in molti casi, ad un grande volume di pazienti non assicurati.

“Le risorse dovrebbero essere le stesse fra i Livelli I ed II ospedali, ma in realtà, i programmi di formazione nei centri del Livello I permettono meglio 24/7 che riflette ed intervento riguardo ai pazienti criticamente malati e danneggiati,„ ha detto le barriere di Jerris del co-author di studio, M.D., professore e presidente della medicina di emergenza, scuola di medicina di OHSU e capo dei servizi di soccorso all'ospedale di OHSU.

Alcuni incolpano della riduzione o della chiusura dei centri del Livello I su un presupposto che i centri del Livello II offrono lo stesso livello di cura. “Gli studi precedenti non hanno evidenziato alcune differenze quantificabili nei risultati„ fra i due, McConnell ha detto.

Un problema con il paragone dei Livelli I ed II centri è che i pazienti il più severamente feriti sono inviati ai centri del Livello I, ha detto. Ciò significa che i pazienti non sono trasferiti su una base casuale, che può influenzare le analisi standard per tali studi. Quindi, gli studi più iniziali hanno riferito i risultati pazienti per entrambi i tipi di centri come essendo equo anche.

I ricercatori di OHSU hanno usato i dati dettagliati e le tecniche statistiche innovarici, prendenti in prestito dal campo dell'economia, per registrare per ottenere queste differenze. Di conseguenza, i ricercatori potevano “fanno l'assomigliare d'osservazione di dati ad una prova controllata pseudo-ripartita le probabilità su,„ McConnell ha detto.

“È un'individuazione novella,„ ha detto. “Nazionalmente, a livello i centri di I sono in pericolo della chiusura, malgrado avere un effetto positivo sui pazienti testa-danneggiati. Cioè per me, uno dei messaggi netti.„

Studi il co-author Craig Newgard, M.D., assistente universitario della medicina di emergenza, scuola di medicina di OHSU, acconsentita. “I nostri risultati indicano che alcune delle differenze operative e filosofiche nella gestione acuta delle persone testa-danneggiate fra i Livelli I ed II centri possono realmente tradurre in sopravvivenza migliore fra i pazienti inizialmente che presentano agli ospedali rurali e trasferiti ai centri del Livello I contro quelli trasferiti ai centri del Livello II.„

I risultati dello studio non indicano che tutti i pazienti dovrebbero essere trasferiti ai centri del Livello I invece dei centri del Livello II, o che i centri del Livello II devono essere migliorati ai centri del Livello I, McConnell ha sottolineato.

“Invece, le implicazioni di polizza sono soprattutto quella ulteriore considerazione sono date riguardo al closing dei centri del Livello I e sforzi supplementari fatti per delineare gli interventi specifici usati ai centri del Livello I che fanno una tal differenza,„ ha detto.