Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il gene del cancro al seno può svolgere un ruolo principale nella ricorrenza di carcinoma della prostata

Un gene connesso con cancro al seno anche può svolgere un ruolo principale nella ricorrenza delcarcinoma della prostata, secondo nuova ricerca dall'università di North Carolina al centro completo della scuola di medicina di Chapel Hill e del Cancro di UNC Lineberger. il gene del align=right>A di width=225 “dello src=„ /images/2403_dD26.jpg„ connesso con cancro al seno anche può svolgere un ruolo principale nella ricorrenza di carcinoma della prostata, secondo la nuova ricerca dall'università di North Carolina al centro completo della scuola di medicina di Chapel Hill e del Cancro di UNC Lineberger.

Il cancro più comune negli uomini, carcinoma della prostata può efficacemente essere trattato con chirurgia o radiazione una volta individuato presto. Ma il carcinoma della prostata avanzato è curato solitamente dalle droghe o chirurgia puntata su diminuendo il livello di testoterone ed altri ormoni maschii, o androgeni, che stimolano la crescita della cellula tumorale. Mentre la malattia regredisce solitamente dopo tale trattamento, il carcinoma della prostata ritorna invariabilmente, sebbene non sia chiaro perché ricorre e progredisce.

Lo studio di UNC, pubblicato il 15 aprile nella ricerca sul cancro del giornale, indica che il gene HER-2 è un colpevole chiave nella ricorrenza del carcinoma della prostata. I risultati egualmente suggeriscono una nuova strategia del trattamento per l'ottimizzazione del HER-2 in pazienti con carcinoma della prostata avanzato.

HER-2 si riferisce al recettore del fattore di crescita dell'epidermide umano 2. Il gene aiuta il controllo come le celle coltivano, dividono e si riparano e dirige la produzione di una proteina speciale chiamata chinasi della tirosina HER-2. Questa proteina funge da ricevitori sulla membrana cellulare ed una volta attivata dagli ormoni esterni, promuove la crescita delle cellule e la divisione.

In circa uno in quattro cancri al seno, una mutazione genetica crea troppi ricevitori HER-2. Ciò aiuta la crescita rapida della cellula tumorale del dente cilindrico. Mentre il trattamento con la droga Herceptin dell'anticorpo può essere efficace nel rallentamento della crescita del cancro al seno, questo non è il caso nel carcinoma della prostata, i ricercatori hanno detto.

“Il trattamento con l'anticorpo è stato un errore costante nel carcinoma della prostata perché il gene sovra-non è espresso in questa malattia. Abbiamo bisogno di un approccio differente di attaccare HER-2 nel carcinoma della prostata,„ ha detto l'autore senior dello studio, il Dott. Young Whang. È un assistente universitario di medicina ed oncologo medico ad UNC e un membro di UNC Lineberger.

“Crediamo che la forza motrice per la ricorrenza di carcinoma della prostata sia la riattivazione del ricevitore dell'androgeno, che richiede normalmente la presenza di androgeno e questa riattivazione del ricevitore dell'androgeno è alla base della progressione del tumore di carcinoma della prostata malgrado la terapia ormonale. Esattamente come questo accade, non siamo sicuri, ma la nostra ipotesi è che l'attivazione della chinasi della tirosina HER-2 piombo all'attivazione del ricevitore dell'androgeno.„

Nel verificare la loro ipotesi, Whang e la sua attività inibita co-author HER-2 in due esperimenti del laboratorio che fanno partecipare le cellule tumorali umane. Nel primo, hanno usato un anticorpo artificiale a HER-2 consegnato direttamente nelle celle via un virus modificato. Nel secondo, hanno usato una droga sperimentale che specificamente inibisce l'attività della chinasi della tirosina HER-2. Il lapatinib orale della droga (GlaxoSmithKline) è corrente in un test clinico avanzato che fa partecipare i pazienti di cui il cancro al seno è determinato da HER-2.

In entrambi gli esperimenti, l'attività della chinasi della tirosina e la funzione del ricevitore dell'androgeno in gran parte sono state deragliate.

“Abbiamo scoperto che l'inibizione di HER-2 inibisce forte la proliferazione delle celle di carcinoma della prostata e della funzione del ricevitore dell'androgeno,„ Whang abbiamo detto.

Per espletare correttamente la sua funzione, la proteina di ricevitore dell'androgeno lega specificamente alla sequenza regolatrice del DNA dei geni regolamentati dagli androgeni quale il testoterone, ha detto. “Ed abbiamo indicato che l'inibizione di HER-2 altera la funzione del ricevitore dell'androgeno a questo punto dell'associazione alla sequenza del DNA dei geni critici quale l'antigene specifico della prostata.„

L'implicazione di questo lavoro, ha aggiunto, è che HER-2 è necessario importante e per attuabilità e la progressione del carcinoma della prostata.

“Questo fornisce la spiegazione razionale per l'inizio del test clinico di questa droga novella che inibisce HER-2, che pianificazione per i pazienti entro parecchi mesi,„ Whang ha detto. “Prevedo questa droga quella diventante di vari che potrebbero essere usati congiuntamente ad altre droghe specificamente mirate a per prolungare le vite dei pazienti di carcinoma della prostata.„

I co-author di UNC con Whang includono i ricercatori postdottorali DRS. Yuanbo Liu e Samarpan Majumder; Wesley McCall, tecnico di ricerca; Dott. Carolyn Sartor, assistente universitario di oncologia di radiazione; Dott. James Mohler, professore di chirurgia; e Dott. Shelton Earp, Direttore, UNC Lineberger. Il Dott. Christopher Gregory, ex assistente universitario di UNC di patologia e un altro co-author, è ora con Voyager Pharmaceutical Corp. in Raleigh.