Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Una combinazione di droghe della chemioterapia ha potuto raddoppiare i tassi di sopravvivenza per cancro del pancreas

Una combinazione di droghe della chemioterapia ha potuto raddoppiare i tassi di sopravvivenza per cancro del pancreas, suggerisce un oggi online pubblicato studio dall'oncologia di The Lancet.

Il cancro del pancreas ha una prognosi difficile. Più di 80% dei pazienti presenti con la malattia avanzata alla diagnosi e la mortalità sono alti. Una singola droga della chemioterapia, gemcitabina, è considerare come il trattamento standard, ma ha piombo ad una sopravvivenza globale di un anno di soltanto 17-28% nei test clinici. I vari tentativi sono stati fatti di migliorare l'efficacia della gemcitabina, tramite l'aggiunta di nuove o droghe attuali, ma non hanno indicato un vantaggio di sopravvivenza.

Michele Reni (istituto scientifico di S Raffaele H, Milano, Italia) e colleghi ha reclutato 104 pazienti con cancro del pancreas, da cinque istituzioni italiane, di 18-70 anni, in una prova per verificare una combinazione di chemioterapia droga contro la gemcitabina. 52 pazienti sono stati definiti il cisplatin, il epirubicin, gemcitabina ed il fluorouracil (regime di PEGF) e 47 sono stati definiti la gemcitabina da solo. Più pazienti definiti PEGF (60%) che la gemcitabina da solo (28%) erano vivi senza malattia progressiva dopo 4 mesi. La sopravvivenza globale di un anno era circa 40% per i pazienti su PEGF e 20% per i pazienti ha definito la gemcitabina. Sebbene più pazienti su PEGF abbiano effetti tossici ematologici; questi erano trattabili e non hanno stati nocivo a qualità di vita. Lo stato degli autori, tuttavia, che una più grande prova confermativa può essere necessaria prima che questo regime di combinazione potrebbe essere considerare come il nuovo trattamento standard.

Stati di Dott. Reni: “Abbiamo indicato che PEGF assegnato pazienti ha avuto un risultato più favorevole in termini di sopravvivenza senza progressione e sopravvivenza globale che abbiamo fatto quelli abbiamo assegnato il trattamento standard con la gemcitabina. PEGF ha potuto essere un trattamento prima linea fattibile ed efficace per i pazienti con cancro del pancreas avanzato.„