Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Ruolo delle bibite nell'obesità di infanzia

L'obesità è una di più grandi minacce contro la salute dei bambini. La genetica, le diminuzioni nell'attività fisica, gli aumenti in televisione che guarda ed il consumo di alimenti a rapida preparazione sono fattori che piombo ad un aumento dell'obesità di infanzia negli Stati Uniti. L'eccessivo consumo di zucchero ha zuccherato le bevande può anche essere un fattore chiave.

Un commento nell'edizione di maggio del giornale della pediatria esamina la ricerca priore per fornire la prospettiva circa il ruolo delle bibite nell'obesità di infanzia.

Robert Murray, MD e colleghi dall'Ohio State University, università di Vermont e università di California San Diego ha esaminato gli articoli, i comunicati stampa, le istruzione e gli editoriali dai ricercatori e dai rappresentanti nell'industria della bibita. Sebbene nessun fattore possa essere citato come la sola causa, molti degli articoli hanno mostrato una correlazione fra il consumo della bibita ed il rischio di obesità di infanzia.

Il Dott. Murray precisa che “il teenager tipico consuma le latte dell'oncia approssimativamente two-12 delle bibite al giorno, contenendo 300 calorie e 20 cucchiaini da caffè dello zucchero.„ Sebbene le linee guida correnti raccomandino un limite di 10% delle calorie quotidiane dagli zuccheri aggiunti, realmente rappresentano 18-20% delle calorie quotidiane dei bambini. Poiché anche le piccole quantità delle bevande zuccherate a casa o al banco possono aggiungere, le bibite e le bevande di frutta zuccherate rappresentano 43% di questi zuccheri aggiunti totale. I bambini americani consumano un terzo delle loro calorie quotidiane da sostanza-povero, spuntini energia-densi, che rende a carenze nutrizionali un'altra area d'interesse. I bambini sembrano scegliere le bibite o le bevande di frutta zuccherate invece di latte, che può fare diminuire i loro livelli di proteina, di calcio, di zinco e di vitamine A e C. L'accademia americana del comitato della pediatria di salubrità del banco ha specificato che il consumo di bibite in banchi può piombo all'obesità. Malgrado questo, uno studio ha mostrato quello su 523 settori scolastici, 50% ha avuto un contratto con una società della bibita; due terzi di quei distretti sono stati dati gli incentivi dalla società della bibita e quasi 80% ha ricevuto una percentuale di vendite della bibita. Il Dott. Murray raccomanda che banchi se “rinforzi i programmi attuali quali il programma della prima colazione del banco, il programma nazionale della refezione, l'istruzione di nutrizione dell'aula, l'istruzione quotidiana di idoneità fisica, gli sport interni ed i programmi doposcuola,„ invece dei contratti e dell'introduzione sul mercato di messa in opera con le società della bibita.

I bambini possono compensare le calorie aggiunte dalle bibite occasionale scegliendo le opzioni più nutrienti e più con poche calorie della bevanda in tutto il resto del giorno e di aumento della loro quantità di attività fisica. I banchi dovrebbero concentrarsi sulla fornitura delle scelte con poche calorie più nutrienti della bevanda in loro distributori automatici quale latte, l'acqua e 100% fruttifica e succhi di verdura. Il Dott. Murray ha suggerito che “alterando lo spazio di energia (caloria) da 100 calorie un il giorno--quale, è ironicamente l'equivalente di un'8 once. servizio di una bibita zuccherata--impedirebbe l'eccessiva obesità nella maggior parte dei Americani.„ La prevenzione dell'obesità di infanzia è di grande importanza. È stato stimato che 25% dei bambini obesi fossero già dare segni dell'intolleranza al glucosio e “un bambino che è diagnosticato con tipo diabete mellito di II all'età 10 anni può perdere fra 17 e 26 vita anni alla malattia.„ Sebbene nessun fattore dovrebbe essere designato come il capro espiatorio per l'obesità di infanzia, il consumo diminuente della bibita, particolarmente in banchi, può contribuire a diminuire il rischio.

Il commento è “è bibite un il capro espiatorio per l'obesità di infanzia?„ da Robert Murray, MD, da Barbara Frankowski, dal MD, dal PhD e dalla scorta Taras, MD, FAAP. L'articolo è publicato nel giornale della pediatria, il volume 146, il numero 5 (maggio 2005), pubblicato da Elsevier.