Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il mosto di malto di St John soltanto come minimo efficace nell'alleviamento della depressione principale

Il mosto di malto di St John, il pensiero lungo medicinale di erbe per alleviare i sintomi della depressione, fornisce soltanto ai vantaggi secondari in pazienti la depressione più acuta e forse nessun vantaggio per quelli con la depressione cronica.

L'esame aggiornato di 37 prove, facente partecipare 4.925 pazienti, riafferma più in anticipo i risultati il mosto di malto di quello St John:

  • Diminuisce i sintomi della depressione del delicato--moderato fra gli adulti in un modo simile alle droghe antideprimenti;

  • Causa meno effetti secondari che alcuni di più vecchi antideprimente sul servizio; e

  • Cause leggermente meno effetti secondari rispetto agli inibitori selettivi di ricaptazione della serotonina, o SSRIs, la classe di antideprimente recentemente sviluppati.

L'esame piombo dal professor Klaus Linde del centro per la ricerca della medicina complementare all'università tecnica a Monaco di Baviera, Germania. I critici avvertono che “l'uso incontrollato di [il mosto di malto di St John] è problematico perché le interazioni serie possono accadere„ con una serie di antideprimente frequentemente usati e che medici dovrebbe chiedere regolarmente ai loro pazienti riguardo al loro uso del mosto di malto di St John.

Il centro nazionale per medicina complementare ed alternativa, parte degli istituti della sanità nazionali, sostiene che il mosto di malto di St John non è una terapia dimostrata per la depressione.

L'esame compare nell'emissione più recente della libreria di Cochrane, una pubblicazione della collaborazione di Cochrane, un'organizzazione internazionale che valuta la ricerca medica. Gli esami sistematici traggono alle le conclusioni basate a prova circa pratica medica dopo la considerazione delle entrambe il contenuto e la qualità delle prove mediche esistenti su un argomento.

Tutti gli studi erano prova alla cieca, test clinici ripartiti con scelta casuale che fanno partecipare i pazienti con i disordini depressivi. Tutti hanno compreso i confronti fra il mosto di malto di St John e placebi o antideprimente sintetici dati per almeno quattro settimane.

Il mosto di malto di St John è disponibile sopra il contatore negli Stati Uniti, in cui la depressione di vita ha una prevalenza stimata di 16 per cento.

in Europa, il mosto di malto di St John può essere ottenuto generalmente soltanto dalla prescrizione ed è usato per trattare l'ansia e disordini come pure la depressione di sonno. Il mosto di malto di St John è stato conforme a più prove in Europa, particolarmente in paesi di lingua tedesca, che negli Stati Uniti. Tuttavia, perché è prescritto per una serie di disordini all'infuori della depressione, Linde ed i colleghi hanno compreso nel loro esame soltanto quelle prove dai paesi di lingua tedesca che si sono limitati ai pazienti con una diagnosi della depressione principale.

Il mosto di malto di St John, citato scientifico come gli estratti di iperico, deriva il suo nome dal santo patrono degli infermieri e di vecchia parola inglese per “l'impianto.„ Il meccanismo da cui agisce è il mosto di malto di St John ma, poco chiaro è conosciuto per contenere almeno sette gruppi di componenti che possono contribuire ai sui effetti farmacologici. Mentre alcune delle componenti sono state indicate determinato per avere un effetto positivo su certi moduli della depressione, l'estratto totale sembra più chiaro utile.

Gli estratti di iperico sono decisamente meno costosi che alcuni degli antideprimente il più ampiamente prescritti, quale Prozac. Tuttavia, la composizione del mosto di malto di St John dipende dalla materia vegetale cruda usata, dal trattamento dell'estrazione e dai solventi usati. Di conseguenza, le note di esame, “gli importi dei componenti bioactive in prodotti differenti possono variare enorme.„

I critici raccomandano che i prodotti del mosto di malto di St John dovrebbero essere evitati se non forniscono informazioni contente importanti, quale la quantità di estratto totale contenuta, del liquido dell'estrazione usato e del rapporto di materia prima all'estratto. Egualmente richiedono gli studi più dettagliati sulle componenti costituenti del mosto di malto di St John.

Il Dott. John Williams, un professore di medicina e della psichiatria alla Duke University che ha studiato il mosto di malto di St John nel contesto dei pazienti depressi negli impianti di pronto intervento, dice che l'esame di Linde lo ha reso più prudente nella sua prospettiva sul prodotto. Williams dice corrente ritiene che il mosto di malto di St John non dovrebbe essere “una prima o seconda scelta per i pazienti degli Stati Uniti con il moderato alla depressione principale severa.„ Allo stesso tempo, dice, il prodotto rimane “un'opzione ragionevole„ per i pazienti che soffrono dalla depressione secondaria - finchè possono individuare “i preparati di qualità.„

Nel loro esame, Linde ed il collega Michael Berner riconoscono i conflitti di interessi potenziali: Linde, per una volta la ricezione dei risarcimenti di spese di viaggio da Schwabe, un produttore del mosto di malto di St John; e Berner, dato che a dopo il risarcimento di spese di sussidio per la ricerca e di viaggio per parlare ad una riunione organizzata da Schwabe.