Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I ricercatori creano il primo modello del mouse che sviluppa un linfoma lo stesso modo che gli esseri umani fanno

I ricercatori al centro medico di Columbia University hanno creato il primo modello del mouse che sviluppa un linfoma lo stesso modo che gli esseri umani fanno. Questo avanzamento ha il potenziale di accelerare significativamente lo sviluppo di nuove, terapie migliori per grande linfoma diffuso del linfocita B (DLBCL), il tipo più comune di linfoma umano del linfocita B. I linfomi umani del linfocita B causano 85 per cento dei linfoma non-Hodgkin, la sesta causa principale delle morti del cancro negli Stati Uniti.

I risultati egualmente confermano che una mutazione in BCL6, il gene il più delle volte alterato in questo tipo di linfoma, è il primo punto nel suo sviluppo, sebbene altre mutazioni successive egualmente accadano. Nello studio, i mouse con un modulo mutante di questo gene hanno sviluppato spontaneamente questo linfoma.

I ricercatori del Cancro lungamente sono stati ostacolati dalla mancanza di modelli animali per ricreare sia la genetica che la biologia di DLBCL. Non hanno avuti modo provare, con accuratezza affidabile, come una terapia d'investigazione avrebbe funzionato in esseri umani con questa malattia. Inoltre, questa mancanza di modelli animali ha rallentato la comprensione del gene BCL6 e del suo ruolo preciso nello sviluppo del tumore.

Pubblicato nell'emissione del maggio 2005 della cellula tumorale, lo studio piombo da Riccardo Dalla-Favera, M.D., uno dei genetisti del cancro del ruolo di esempio-guida a livello mondiale e ricercatori di linfoma. Il Dott. Dalla-Favera è Direttore del centro completo del Cancro di Herbert Irving (HICCC) al centro medico di Columbia University e NewYork-Presbiteriano/Colombia. Il HICCC è uno di soltanto tre centri completi NIH-designati del Cancro nello stato di New York. È egualmente Direttore dell'istituto per la genetica del Cancro al centro medico di Columbia University.

Il Dott. Dalla-Favera ed il suo gruppo di ricerca geneticamente ha costruito i mouse per produrre un gene del mutante BCL6, mostrante il ruolo specifico di questo gene in sua patogenesi e video la maggior parte delle funzionalità critiche del tumore umano corrispondente. Questi risultati spiegano l'identificazione del Dott. Dalla-Favera del gene BCL6 nel 1994.

“Siamo molto ottimisti che questo nuovo modello per linfoma sarà un catalizzatore per le nuove terapie per linfoma; permettendo ai ricercatori alle nuove terapie potenziali della prima prova in animali prima degli esseri umani,„ ha detto il Dott. Dalla-Favera, che è egualmente il professore di Joanne e di Percy Uris di patologia e professore della genetica & dello sviluppo all'istituto universitario di Columbia University dei medici e dei chirurghi. “Già stiamo utilizzando questo nuovo modello per sviluppare le terapie innovarici mirate a a BCL6, in modo da questi mouse saranno utili nelle prove dei questi composti linfoma-specifici.„

Questo modello del mouse può anche essere usato per identificare le alterazioni genetiche supplementari che sono necessarie, oltre a BCL6, sviluppare il grande linfoma diffuso delle cellule.

I ricercatori supplementari di Colombia connessi con lo studio della cellula tumorale includono: DRS. Giorgio Cattoretti (l'istituto di Colombia per la genetica del Cancro e dipartimento di patologia), Laura Pasqualucci (istituto per la genetica del Cancro e dipartimento di patologia), Subhadra V. Nandula (dipartimento di patologia), Qiong Shen (istituto per la genetica del Cancro), Tongwei Mo (istituto per la genetica del Cancro), Vundavalli V. Murty (istituto per la genetica del Cancro e dipartimento di patologia) ed impulso di Gianna e Wayne Tam (precedentemente all'istituto per la genetica, Columbia University del Cancro ed attualmente al dipartimento di patologia & medicina del laboratorio, istituto universitario medico di Weill della Cornell University).