Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il Tabacco marca a caldo ancora comparire nei film stimati PG-13

Sette anni dopo che le società di tabacco hanno firmato l'Accordo di Regolamento Matrice che li proibisce dal pagamento gli aspetti di marca del tabacco nei film, il numero degli aspetti di marca del tabacco nei film stimati PG-13 non ha avvertito una diminuzione statisticamente significativa, secondo uno studio dai ricercatori della Facoltà di Medicina di Dartmouth.

La ricerca, pubblicata nell'edizione del 18 maggio del Giornale di American Medical Association (JAMA), ha analizzato il numero degli aspetti di marca del tabacco in 400 film rilasciati prima dell'Accordo di Regolamento Matrice (MSA) (1996-1999) e 400 film rilasciati dopo che è stata firmata (2000-2003) ed ha trovato quella camice, c'era un profondo declino nel numero degli aspetti di marca del tabacco nei film R-Stimati come conseguenza dell'accordo. Ma quasi 1 in 8 film innestati verso il pubblico adolescente con una classificazione di PG-13 continua a caratterizzare le marche del tabacco, che non era un cambiamento significativo da quando l'accordo è stato promulgato alla fine del 1998.

“Il pezzo di classificazioni era una grande sorpresa,„ ha detto il Dott. Anna Adachi-Mejia, istruttore dell'autore principale nella pediatria alla Facoltà di Medicina di Dartmouth e ad un membro del Centro del Cancro del Cotone di Norris. “Sebbene vediamo un declino globale, la percentuale dei film PG-13 con le marche del tabacco non ha fatto diminuire post-MSA. Quello è inquietante perché la parte dell'intenzione di MSA doveva diminuire la pubblicità del tabacco orientata verso la gioventù ed il nostro studio dimostra che le marche del tabacco ancora stanno comparendo in pellicole stimate per gli adolescenti.„

Il numero dei film con gli aspetti di marca del tabacco (definiti nello studio come il dipinto di una marca del tabacco, di un logo, o di un marchio di fabbrica identificabile) caduti da 20,8% a 10,5% delle pellicole superiori del botteghino dopo l'accordo ha entrato in vigore. Tuttavia, questa diminuzione non era coerente attraverso lo spettro di classificazioni, poichè la percentuale dei film R-Stimati con gli aspetti di marca del tabacco è diminuito dopo del 1999 da 55,4% (29,8% - 13,3%), mentre, la leggera diminuzione nella percentuale dei film PG-13 con gli aspetti di marca del tabacco (15,0% - 11,8%) non era statisticamente significativa.

Gli studi Priori della Facoltà di Medicina di Dartmouth hanno indicato che il fumo d'esame nei film è associato con l'inizio di fumo fra gli adolescenti. Se le società di tabacco non stanno pagando gli studi cinematografici per caratterizzare le loro marche del tabacco, non sono in violazione di MSA. Tuttavia, il Dott. Adachi-Mejia nota quello, “la presenza continuata di aspetti di marca del tabacco nei film, se pagato per o non, insidia l'intenzione di MSA e limita l'impatto che favorevole MSA potrebbe avere sull'impedire la gioventù che fuma.„

http://www.dartmouth.edu/