Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il disco artificiale offre la nuova opzione per dolore alla schiena

Fino ad oggi i residenti di San Diego con dolore alla schiena severo dalla malattia degenerante del disco hanno avuti poche opzioni. Ma il residente Joan Steggell di riva dell'oceano ha deciso il trattamento tradizionale, fusione spinale, non era la giusta scelta per lei. Invece ha optato per un nuovo ambulatorio innovatore all'ospedale del Thornton del UCSD.

Il chirurgo William Taylor, M.D. del UCSD, è uno soltanto di alcuni chirurghi in tutta la nazione formati per sostituire i dischi malati con i dischi artificiali impiantati. Il disco artificiale fabbricato dalla spina dorsale di DePuy è fatto di metallo e di un centro di plastica ad alta densità mobile che, una volta che impiantato, è destinato per contribuire ad allineare la spina dorsale ed a conservare la sua capacità di muoversi. I dischi spinali mantengono la posizione della spina dorsale, permettendo che i pazienti pieghino e torcano. A differenza dell'ambulatorio tradizionale di fusione in cui il chirurgo accede alla spina dorsale dalla parte, Taylor accede alla spina dorsale attraverso un'incisione nell'addome più basso.

“Impiantando un disco artificiale invece di fusione della spina dorsale, il paziente ha più mobilità dopo chirurgia,„ ha detto Taylor. “Il paziente non perde la funzione spinale e può ritornare molto più rapidamente alle attività normali perché non c'è aspettare una fusione per guarire.„

Il disco è stato approvato da FDA nell'ottobre 2004. Prima di allora, Taylor dice, quando gli interventi medici quale il farmaco venuto a mancare, medici di terapia fisica, di esercizio e di dolore si sono girati verso il trattamento tradizionale per la malattia degenerante del disco, chirurgia di fusione spinale --quale letteralmente “fonde„ vertebre due o più adiacenti insieme. La fusione spinale è il trattamento chirurgico più comune per dolore lombo-sacrale; medici eseguono annualmente oltre 200.000 procedure negli Stati Uniti. La procedura vincola le vertebre, impedicenti ulteriore dolore, ma egualmente limita l'intervallo di moto. Il ripristino può catturare finchè sei mesi, tre di loro in una parentesi graffa arretrata, mentre le vertebre si sviluppano insieme per formare un osso lungo.

La malattia degenerante del disco pregiudica 10-12 milione di persone in tutta la nazione, 30 per cento di loro sopra l'età di 30. La malattia accade quando i dischi spinali si deteriorano, umidità perdente, altezza ed integrità del tessuto. Il deterioramento induce le vertebre a sfregare contro una un altro con conseguente dolore severo. Il trattamento naturale di invecchiamento, lo sforzo lombo-sacrale, il trauma cronico o ripetitivo e le sollecitazioni quotidiane di seduta, di piegamento, di torsione e di causa cattiva di posizione lo stato doloroso, che può durare indefinitamente a meno che corretto.

La procedura è stata disponibile fuori degli Stati Uniti dal 1987 ed è stata eseguita su più di 7500 pazienti. Sebbene le sostituzioni artificiali siano state impiantate comunemente in ginocchia ed in cinorrodi, questa è la prima approvazione di FDA di una tal unità per i dischi spinali.