I fattori ambientali prenatali e la salute mentale parentale possono essere associati con un rischio di autismo

I fattori ambientali prenatali e la salute mentale parentale possono essere associati con un rischio di autismo, secondo un'analisi condotta dai ricercatori all'università di Aarhus in Danimarca, scuola di Johns Hopkins Bloomberg della salute pubblica e del centri per il controllo e la prevenzione delle malattie.

Sebbene i fattori sembrino agire indipendentemente da a vicenda, i bambini che erano in una posizione della culatta alla consegna, erano più di prematuro cinque settimane, hanno avuti una storia della famiglia della schizofrenia, o hanno avuti un punteggio di Apgar basso cinque minuti dopo che la nascita è stata trovata per essere associata con un rischio aumentato per sviluppare l'autismo successivamente nell'infanzia. Lo studio è pubblicato nell'edizione del maggio 2005 del giornale americano dell'epidemiologia.

“Questo è i più grandi studi di caso-control intrapresi mai ed i primi per suggerire che la storia della famiglia della schizofrenia sollevi rischio per autismo, indipendentemente dai fattori ostetrici,„ ha detto William W. Eaton, PhD, co-author di studio e professore e presidenza del ministero del banco di Bloomberg della salute mentale.

I ricercatori hanno esaminato i dati su 698 bambini che nascevano dopo del 1972 e scaricato dagli ospedali psichiatrici danesi dopo una diagnosi di autismo infantile o atipico fino a novembre 1999. Le informazioni sui genitori dei bambini egualmente sono state ottenute. I dati iniziali sono stati raccolti dalle registrazioni nazionali in Danimarca.

Il Dott. Eaton ha spiegato che gli studi precedenti di autismo hanno usato le dimensioni del campione relativamente piccole, ma che l'esteso database della Danimarca per tenere la carreggiata la salubrità dei residenti effettua i grandi studi della popolazione più facili completare.

I fattori di rischio perinatali, quale il modo di consegna, la presentazione, preeclampsia e numero fetali delle visite prenatali, egualmente sono stati studiati. La cronologia psichiatrica parentale è stata allineata secondo la severità. Il reddito lordo di ogni genitore, formazione materna e ricchezza parentale ha determinato lo stato socioeconomico.

I ricercatori non hanno trovato un'associazione fra il rischio di autismo ed il peso del bambino, il numero dei bambini ha avuto da una donna, dal numero delle visite prenatali, dall'età parentale o dallo stato socioeconomico.