Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I prodotti chimici Tossici che hanno avvelenato i vostri bisnonni possono anche danneggiare la vostra salubrità

La Nuova ricerca degli Stati Uniti sta suggerendo che i prodotti chimici possano cambiare il modo che i geni funzionano e che i prodotti chimici tossici che hanno avvelenato i vostri bisnonni possono anche danneggiare la vostra salubrità.

Un gruppo dalla Washington State University ha prodotto preoccupare la prova che alcune malattie ereditate potessero essere causate dai veleni che inquinano l'utero.

I ricercatori hanno trovato nel loro lavoro sui ratti, un indicatation che le tossine ambientali artificiali possono alterare l'attività genetica, provocante le malattie che passano giù almeno quattro generazioni.

Il Dott. Michael Skinner del ricercatore del Cavo dice che è un nuovo modo pensare alla malattia.

Gli scienziati hanno esposto i ratti incinti a due prodotti chimici agricoli durante il periodo che il sesso della loro prole stava essendo risoluto.

I composti usati erano vinclozolin, un fungicida comunemente usato in vigne ed il metossicloro dell'antiparassitario, entrambi è conosciuto come disruptori endocrini, prodotti chimici che interferiscono con il funzionamento normale degli ormoni riproduttivi.

Il gruppo ha trovato che i ratti esposti ai composti hanno prodotto la prole maschio con sperma basso conta e fertilità difficile e quando questi ratti poi sono stati accoppiati con le femmine che non erano state esposte alle tossine, essi potevano ancora produrre i giovani, ma la loro prole maschio ha avuta gli stessi problemi.

Questo effetto ha persistito attraverso almeno quattro generazioni, alteranti la fertilità di più di 90% della prole maschio in ogni generazione.

I ricercatori hanno trovato che il danno non è stato causato tramite le alterazioni nel codice del DNA, ma cambia nel modo il lavoro dei geni. Dicono questi cambiamenti epigenetici, sono causati dai piccoli prodotti chimici che sono fissati al DNA, modificanti la sua attività.

I cambiamenti Epigenetici sono stati osservati prima, ma precedentemente non sono stati conosciuti per passare sulle generazioni successive.

Skinner crede possano contribuire alle malattie quali cancro al seno e carcinoma della prostata e che dice che devono scoprire se questo effetto trans-generazionale è tradotto molto per abbassare le dosi delle tossine.

Entrambe Le malattie stanno diventando più comuni ed il Dott. Skinner dice che non può appena essere giù alle mutazioni genetiche.

I ricercatori ritengono i loro risultati suggeriscano che l'esposizione alle tossine ambientali possa svolgere un ruolo chiave nel trattamento evolutivo che non può necessariamente essere determinato appena dalle mutazioni genetiche, come comunemente abbia pensato.

Il Dott. Skinner ritiene che questo fenomeno sia diffuso e sia un fattore principale nella comprensione come la malattia si sviluppa, ma sottolinea che più lavoro è necessario confermare i risultati.

Il Professor Alan Boobis, un tossicologo all'Istituto Universitario Imperiale Londra, REGNO UNITO, dice i risultati sono interessanti, ma che dice che non c'era necessità per la gente di essere allarmato, poichè i livelli elevati dei prodotti chimici i ratti sono stati esposti a erano molto e molto più superiore all'incontro della gente normalmente mai.

La ricerca è pubblicata nella Scienza del giornale.