Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Le cellule staminali sviluppate in laboratorio rispecchiano i punti inerenti allo sviluppo normali

Gli scienziati di Johns Hopkins hanno sviluppato un modo studiare i punti più iniziali dello sviluppo di sangue umano facendo uso delle cellule staminali embrionali umane sviluppate in un piatto invece degli embrioni stessi del laboratorio.

Il trattamento evita alcuni degli ostacoli etici e tecnici in questione in tale ricerca, secondo i ricercatori di Johns Hopkins.

Il sistema dei ricercatori di Johns Hopkins comprende lo studio sulle linee cellulari embrionali attuali del gambo derivate dai metodi di fertilizzazione in vitro ed in modo da non richiede la generazione di embrioni attraverso clonazione, una tecnica recentemente riferita dagli scienziati sudcoreani.

Nel loro rapporto sul lavoro nell'emissione di giugno del sangue del giornale, il gruppo di Johns Hopkins ha dimostrato una chiara similarità fra come le cellule staminali embrionali umane si specializzano nei globuli e come i globuli si sviluppano in embrioni umani.

“I nostri risultati forniscono un'opportunità ineguagliabile di esaminare le domande di base dello sviluppo umano, come “da dove il sangue viene? “„ dice Elias Zambidis, M.D., Ph.D., primo autore sul documento e un assistente universitario della pediatria e dell'oncologia nella scuola di medicina di Johns Hopkins.

Conoscendo i punti da cui le cellule staminali si sviluppano nei globuli sia probabile aiutare i ricercatori medici a capire come trattare i cancri del sangue, quali la leucemia ed il linfoma, note di Zambidis.

“Sempre più stiamo imparando che i geni che accendono nell'embrione per fare le cellule staminali di sangue sono gli stessi geni che vanno male nel cancro,„ dice. “Così se capiamo che cosa i geni importanti sono e come funzionano, potrebbero potere sviluppare e mirare alle nuove terapie del cancro più efficacemente.„

Storicamente, gli scienziati hanno lavorato ai modelli di zebrafish e del mouse dello sviluppo embriologico del globulo, ma gli ostacoli tecnici etici ed hanno ostacolato uno studio approfondito su formazione di sangue in embrioni umani. Nel lavoro recente, negli scienziati e nei colleghi di Hopkins dall'università di piatti laboratorio-crescenti usati scuola di medicina di Pittsburgh delle cellule staminali umane, in mucchi ha chiamato gli enti umani del embryoid ed ha osservato tre azione distinte intraprese dalle cellule staminali sul loro modo ai globuli diventanti.

Senza alcuna manipolazione o stimolo chimica, i cluster delle cellule staminali umane in primo luogo sono diventato colonie delle celle che possono produrre l'endotelio, o del tessuto che compone l'apparato circolatorio. Queste colonie possono poi anche formare i precursori dei globuli, in una struttura simile al sacco vitellino degli embrioni umani. Per concludere, alcune delle celle nelle colonie formano i globuli simili a quelli trovati nel fegato e nel midollo osseo di feto di sviluppo, rendente lo semplice affinchè i ricercatori selezionino i globuli per indagine successiva. “Proprio siamo stati sorpresi trovare che questi punti sono continuato spontaneamente, senza l'esigenza di stimolo dai fattori di crescita o altri prodotti chimici,„ dice Zambidis. “È probabile che lo stesso metodo di selezione di generi determinati di celle potrebbe essere usato per studiare i trattamenti all'infuori dello sviluppo del globulo.„

Per di più, Zambidis dice, le fasi di sviluppo del globulo lui ed il suo gruppo trovati nella componente delle linee cellulari del gambo con che cosa già è conosciuto circa le fasi iniziali di sviluppo umano del globulo in embrioni nell'utero. “Abbiamo catturato queste fasi di specializzazione della cellula staminale, o differenziazione, in un piatto,„ dice Zambidis. “Ora possiamo studiare queste fasi ed eventualmente contribuire a risolvere il cubo del Rubik di come lavori di sviluppo umani.„

Poiché le cellule staminali embrionali sono capaci di trasformarsi in virtualmente ogni tipo di cella nel corpo umano, capire come agiscono in tal modo potrebbe fornire la probabilità sfruttare quel trattamento per fare un'offerta illimitata delle celle specifiche per gli scopi terapeutici. Per esempio, le cellule staminali hanno diretto giù il percorso del globulo che lo sviluppo potrebbe essere utile da contribuire a trattare le leucemie o altri disordini di sangue.

Zambidis ed i colleghi corrente stanno usando il loro modello per studiare la fase seguente nello sviluppo del globulo, che in un embrione crescente comprende i precursori del globulo che entrano dal sacco vitellino nel fegato, nel midollo osseo e nel timo. Zambidis dice che se le cellule staminali di sangue devono essere usate per gli scopi terapeutici, probabilmente verrebbero da questa fase seguente dello sviluppo.

La ricerca è stata costituita un fondo per dalle concessioni dagli istituti della sanità nazionali e dalla società americana dell'oncologia clinica. Gli autori sul documento sono Zambidis, Fred Bunz e Civin brusco del centro completo del Cancro di Sidney Kimmel a Johns Hopkins; e Bruno Peault e del tè sosta presto del dipartimento di pediatria all'università di scuola di medicina di Pittsburgh.