Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

L'effetto di pressione del non sangue di Viagra imita con successo l'atto della vasopressina

I vostri reni filtrano normalmente circa 50 galloni di sangue un il giorno, eliminano spreco come i sali ed i minerali e lo concentrano in urina. Quando esercitate o non contenete l'acqua, il vostro sangue “si ispessisce„ ed invece di eliminazione dell'acqua, il rene inverte il trattamento, tira dentro l'acqua dall'organismo che entrerebbe normalmente in urina e la mette nel sangue, così mantenendo l'equilibrio idrico.

Le varie malattie interrompono questo trattamento ed in una piccola popolazione i reni continuano scaricare l'urina moderata nella vescica, alla tariffa di circa 5 galloni un il giorno ha paragonato al quarto normale o così. Oltre all'inconveniente ovvio, la gente con il insipidus nephrogenic del diabete (NDI) è costantemente assetata ed in pericolo di disidratazione severa, squilibrio dell'elettrolito ed ha altri problemi che possono infine richiedere un trapianto del rene.

Mentre la malattia è rara, la sua causa è conosciuta, comprendente i ricevitori funzionanti male (V2R) per la vasopressina dell'ormone antidiuretico. Sulla base del loro lavoro più in anticipo, i ricercatori alla facoltà di medicina di generale Ospedale-Harvard di Massachusetts, Boston, hanno ritenuto che potrebbero potere oltrepassare il V2R ed alleviare i sintomi di NDI attivando i canali idrici del rene, chiamati aquaporins, attraverso un meccanismo differente.

Il loro studio, intitolato “stimolo dell'inserzione della membrana AQP2 in celle epiteliali renali in vitro e in vivo dal citrato del sildenafil dell'inibitore della fosfodiesterasi del cGMP (Viagra),„ è nell'edizione di giugno del giornale americano della fisiologia Fisiologia-Renale, pubblicato dalla società fisiologica americana. La ricerca è stata condotta da Richard Bouley, da Nuria Pastore-Più sola, da Ori Cohen, da Margaret McLaughlin, dal bretone di Sylvie e da Dennis Brown al policlinico di Massachusetts (MGH) ed alla facoltà di medicina di Harvard, Boston.

Dennis dora, Direttore del programma nella biologia della membrana nell'unità renale di MGH, ha detto che “è un problema ditraffico. I aquaporins sono nelle celle del rene, ma non stavano ottenendo i segnali adeguati che comincino la cascata degli eventi che piombo all'equilibrio idrico adeguato.„ Alcune droghe potrebbero avere l'effetto necessario, ma il loro atto pregiudicherebbe la maggior parte delle celle nell'organismo.

Richard Bouley, uno studente postdottorale nel laboratorio di Brown, proposto oltrepassare il V2R che è attivato attraverso una molecola di segnalazione ha chiamato ciclico-AMPÈRE. Bouley ha pensato che lo stesso effetto potrebbe essere raggiunto aumentando un'altra molecola di segnalazione, ciclico-GMP (cGMP) che accumulerebbe i aquaporins sulla membrana cellulare, permeabilità all'acqua così di stimolazione.

Gli esami in vitro hanno provato che l'elevazione del cGMP in queste celle “potrebbe essere raggiunta tramite inibizione di fosfodiesterasi del cGMP (PDE), specificamente PDE5„ - un'isoforma di PDE che è espressa in tubo collettore renale. La ricerca poi ha cominciato per un inibitore PDE5 che era stato provato clinicamente. Non ha catturato lungamente: Viagra (citrato del sildenafil di marketing da Pfizer Inc.) è un inibitore della fosfodiesterasi del cGMP con le vendite annuali degli Stati Uniti stimate a circa $1 miliardo nel servizio di disfunzione erettile.

L'amministrazione del Viagra alle celle del rene ha mostrato un aumento rapido nei livelli del cGMP, non perché più stava producendo, ma perché di meno stava ripartendo. Una volta provato nei ratti di Brattleboro, che non producono la vasopressina, Viagra “ha imitato l'effetto di vasopressina,„ dori ha detto, “producendo la cascata degli eventi che piombo alla capitalizzazione di aquaporin sulla superficie delle cellule.„

“Questo studio fornisce i dati di prova-de-principio che farmacologicamente hanno mediato l'inibizione PDE5 possono potenzialmente essere usati per oltrepassare la cascata di segnalazione di V2R, piombo all'aspetto AQP2 sulla membrana di plasma delle celle epiteliali,„ il documento ha detto. Brown ha aggiunto più successivamente che ci “sono molte malattie dove ci sono problemi nel traffico delle proteine che non ottengono al giusto posto ed è improbabile che questo meccanismo si limiti al canale idrico.„ (Brown è egualmente il redattore capo del giornale americano della fisiologia della Fisiologia-Cella.)

Tuttavia, dori avvertito che la capitalizzazione di aquaporin è “soltanto un punto nella cascata ed abbiamo indicato che una droga clinicamente approvata ha un effetto utile. Tuttavia, ora dobbiamo capire la fisiologia di intero rene.„ Altri “punti seguenti„ includono:

  • Poiché l'enzima inibito da Viagra è in celle vascolari come pure in celle del rene, l'amministrazione di Viagra egualmente aumenta il flusso sanguigno, esercitante la pressione extra sui reni.
  • La prova recente indica che l'inibizione PDE5 è associata con escrezione degli importi anormali di sodio nell'urina.
  • Poiché lo studio presente è stato svolto su un periodo di periodo ridotto, solo un leggero effetto su concentrazione definitiva nell'urina è stato trovato. Gli studi a lungo termine devono ora essere effettuati e terapia di combinazione come pure mantenimento degli oggetti su una necessità di dieta povera di sodio di essere provato.
  • Il documento aggiunge: “il metabolismo del citrato del sildenafil fra l'essere umano ed il ratto è differente.„

Sebbene le statistiche siano dure da ottenere, più poco di 700 Americani, principalmente maschii, hanno ereditato i moduli del NDI. Molti altri pazienti hanno acquistato il NDI through usando determinati farmaci da vendere su ricetta medica, o altre condizioni fisiche o malattie, ma il totale è ancora piccolo.

“Studiando le mutazioni del ricevitore della vasopressina che pregiudicano la concentrazione nell'urina era una probabilità capire il ruolo di alcuni amminoacidi o motivi di sequenza su questa proteina in fisiologia cellulare,„ l'autore principale Bouley ha detto. “Questa conoscenza può applicarsi ad altre proteine ed altre malattie che comprendono la proteina che traffica, compreso la fibrosi cistica, dove le proteine anormali bloccate in celle non possono eseguire la loro funzione fisiologica normale,„ Bouley hanno notato.