La Vecchia droga del fungo dell'interfaccia è stata trovata per essere un trattamento del cancro possibile

Una droga che è stata usata per 40 anni per il trattamento del fungo dell'interfaccia è stata trovata per essere un trattamento del cancro possibile, secondo un gruppo internazionale degli scienziati. Leslie Wilson, il professor della biochimica e della farmacologia all'Università di California, Santa Barbara, ha detto che la droga antifungosa, griseofulvina, è stata indicata per inibire la crescita delle cellule tumorali nel suo laboratorio.

I risultati sono pubblicati nell'edizione online degli Atti dell'Accademia Nazionale delle Scienze.

Il lavoro è il risultato di una collaborazione fra il laboratorio di Wilson, nel Dipartimento dell'UCSB della Biochimica, Molecolare, Cellulare e della Biologia dello Sviluppo ed in un laboratorio nel Banco delle Scienze Biologiche e della Bioingegneria dell'Istituto di Tecnologia Indiano Bombay, in India.

“La droga ha notevolmente pochi effetti secondari ed è stata usata a lungo,„ ha detto Wilson. La Griseofulvina è amministrata oralmente ed è stata usata affinchè le decadi tratti la tricofitosi ed altre micosi dell'interfaccia.

“Abbiamo scoperto che ha la capacità di inibire la crescita delle cellule tumorali, in un modo che è simile alle droghe anticancro molto più potenti quali il taxol e la vinblastina,„ abbiamo detto Wilson. “Sebbene l'attività anticancro sia debole, è già approvata per uso umano e potrebbe essere utilizzata con gli agenti anticancro più potenti come adiuvante nella chemioterapia del cancro.„

Gli autori hanno trovato che la droga inibisce la proliferazione delle cellule tumorali pregiudicando la mitosi, o divisione cellulare e funzione del microtubulo del fuso. Concludono: “Una soppressione delicata della dinamica del microtubulo da griseofulvina in celle del tumore, combinata con gli effetti delle droghe più potenti che lavorano attraverso altri meccanismi, ha potuto fornire un vantaggio terapeutico per il trattamento di determinati tumori.„

http://www.ucsb.edu/