Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La vaccinazione Di Massa di pollame ha dovuto impedire la pandemia di influenza aviaria

All'inizio di una Conferenza dell'ONU di tre giorni a Kuala Lumpur sul virus di influenza aviaria, la salubrità e gli esperti nell'animale hanno richiesto la vaccinazione di massa di pollame per impedire l'influenza aviaria trasformarsi in una pandemia umana.

Dicono il virus, che ha ucciso 55 persone in Asia questo anno, ha stretto la sua pinsa sull'Asia ed è ancora capace delle sorprese importanti balzanti.

Attualmente il virus sembra soltanto spargersi dall'associazione vicina degli esseri umani e del pollame.

I Medici specialisti tuttavia hanno temuto sempre che potrebbe subire una mutazione in un modulo in grado di passare facilmente fra la gente, avviante una pandemia globale.

L'OMI del Dott. Shigeru dell'Organizzazione mondiale della sanità (WHO), dice che il virus continua a comportarsi nei modi che suggerisce rimanga instabile, imprevedibile e versatile quanto mai e che dice che c'è una necessità di essere su un avviso costante.

La riunione che co-è organizzata dal WHO, dall'Organizzazione Per L'alimentazione E L'agricoltura E dall'Organizzazione di Mondo per Salute degli Animali, è conosciuta dal suo OIE Francese di acronimi.

Il Dott. OMI dice che l'influenza aviaria posa la minaccia di una pandemia, particolarmente dopo la riapparizione in Cina in cui il virus ha ucciso il mese scorso 6 000 uccelli migratori selvaggi nella provincia di Qinghai remota.

Il Vietnam, il mese scorso solo, riferito sette nuovi casi umani ed ora “cronicamente è infettato„, mentre la Cambogia e possibilmente l'Indonesia ha riferito i loro primi casi umani.

Joseph Domenech, il veterinario principale della FAO, dice che la prevenzione di una pandemia umana dipende da controllo efficiente dell'infezione in animali.

Il solo modo gestirla è dalla vaccinazione di massa imponente di pollame e sforzi di accelerazione per sviluppare i nuovi vaccini del pollame.

Dice che il birdflu non è appena un problema Asiatico e non c'è nessun pæse produttore del pollame sicuro dall'avvenimento dell'influenza aviaria finchè ci sono caselle delle infezioni in Asia.