Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La complicazione neurologica può derivare da ritiro rapido dal pregabalin

Un rapporto negli annali di luglio della neurologia descrive un evento avverso serio sperimentato da un partecipante in un test clinico che può sollevare una nuova avvertenza circa l'uso delle droghe antiepilettiche per le circostanze all'infuori dell'epilessia.

Le donne anziane iscritte ad un test clinico del pregabalin, di nuova droga per il trattamento di dolore e di attacchi, hanno interrotto bruscamente il farmaco e poi hanno sviluppato i sintomi neurologici compreso l'emicrania, la confusione e le allucinazioni. Gli autori dello studio dal policlinico di Massachusetts (MGH) suggeriscono che tutti i pazienti che fermano le droghe antiepilettiche (AEDs) dovrebbero agire in tal modo gradualmente per evitare le complicazioni di ritiro.

“La prima descrizione delle complicazioni connesse con un nuovo droga “il caso di indice analitico„ - lascia medici e pazienti sapere del potenziale per i problemi,„ dice Anne Louise Oaklander, il MD, il PhD, Direttore dell'unità di lesione del nervo di MGH e dell'autore principale del rapporto. “Ci non dice se questi problemi sono molto rari o comuni, ma lascia ognuno sapere per guardare fuori per più casi. Ci sono molte domande che ancora devono essere risposte a, ma ora le nostre raccomandazioni sono che chiunque facendo uso di AEDs non fermarle bruscamente fino ai rischi e le conseguenze sono meglio conosciuti.„

I pazienti con l'epilessia sono stati avvertiti tradizionalmente contro il trattamento improvvisamente di fermata della droga perché il ritiro brusco potrebbe avviare la ripresa degli attacchi. Negli ultimi anni, tuttavia, AEDs è stato prescritto per molti altri termini - compreso le sindromi di dolore ed i disordini psichiatrici - e le raccomandazioni contro ritiro rapido non sono state pensate per applicarsi a quei pazienti.

Nel rapporto corrente, Oaklander ed il suo co-author Bradley Buchbinder, il MD, un neuroradiologist di MGH, descrivono le esperienze nell'donne di 80 anni che hanno catturato il pregabalin come componente di un test clinico della droga per il trattamento della nevralgia post-erpetico, una sindrome dolorosa che può indugiare dopo le assicelle. Dopo che aveva catturato la droga per quasi un anno, con buon sollievo del suo dolore cronico, la donna fermata improvvisamente catturando il pregabalin quando FDA temporaneamente ha fermato tutte le prove. Il giorno successivo ha sviluppato la nausea, l'emicrania e le vertigini - sintomi inizialmente attribuito all'influenza. Una settimana più successivamente, tuttavia, ha sviluppato le allucinazioni, la percezione del colore distorta e la difficoltà leggente, sintomi che ha trovato terrorizzare. Durante le settimane successive, i sintomi migliori, ma la donna ancora ritiene che mai non completamente abbia recuperato.

Studi di risonanza magnetica del cervello del paziente catturato tre settimane dopo che l'inizio dei sintomi ha mostrato un'area dell'edema - accumulazione fluida - in una parte del cervello chiamato il corpo calloso. Le simili lesioni sono state vedute nelle immagini di risonanza magnetica dei pazienti con l'epilessia che aveva interrotto bruscamente l'uso dell'altro AEDs, ma quei cambiamenti erano stati attribuiti agli attacchi. “Il fatto che il nostro paziente non aveva avuto mai attacchi suggerisce che quello improvvisamente fermare questi farmaci potrebbe essere abbastanza per causare questi problemi,„ dice Oaklander. “Inoltre, nel passato questi cambiamenti di MRI sono stati considerati di non causare la malattia. Ora che conosciamo il genere di sintomi che possono produrre, medici potranno esaminare più con attenzione altri pazienti con questi cambiamenti per vedere se egualmente si trasformassero in in Illinois„

I ricercatori egualmente hanno notato che i sintomi di questo paziente ed i cambiamenti di MRI erano simili a quelli che si presentano nella malattia ad alta altitudine severa. Ci sono i buoni trattamenti per l'edema associato ad alta altitudine, in modo dagli autori suggeriscono che quelle terapie siano considerate per tutti i altri pazienti che sviluppano i sintomi dopo improvvisamente la fermata del AEDs.

Pregabalin è molto simile al gabapentin (Neurontin), una droga antiepilettica già nell'ampio uso per varie circostanze. Sebbene non sia ancora sul servizio, il pregabalin ora ha ricevuto l'approvazione preliminare di FDA per trattare i disordini neuropatici di attacco e di dolore e si pensa che ampiamente prescrivesse.

“Per quanto so, nessuno ha studiato futuro il rischio di complicazioni da ritiro da tutto il AEDs - le più vecchie droghe o quelle più nuove come il pregabalin. E pochi medici o pazienti sono informati che i problemi possono accadere in pazienti senza attacchi,„ dice Oaklander, che è un assistente universitario dell'anestesia e della neurologia alla facoltà di medicina di Harvard. “Speriamo che questo rapporto sia aumenti la consapevolezza che piombo ad indagine successiva.„