Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il consiglio dello specialista non aiuta i fumatori incinti a terminare

L'intervista motivazionale dalle ostetriche specialmente formate non aiuta i fumatori incinti a terminare, trova la nuova ricerca nel BMJ di questa settimana (British Medical Journal).

Un terzo delle donne incinte fuma e le linee guida correnti raccomandano che dovrebbero essere offerte il supporto intensivo per aiutarli per terminare. L'intervista motivazionale - uno uno - uno stile di consiglio progettato per il trattamento delle dipendenze - ampiamente è insegnata a sui corsi di formazione di fumo di cessazione ma non può applicarsi durante la gravidanza.

Lo studio ha avuto luogo a Glasgow, Scozia ed ha fatto partecipare 762 donne incinte che erano fumatori regolari alla prenotazione prenatale. Tutte le donne hanno ricevuto le informazioni standard di promozione della salute e 351 egualmente sono stati offerti fino a cinque interviste motivazionali a casa con un'ostetrica specialmente formata.

I livelli di cotinine (un sottoprodotto di nicotina presente in sangue e saliva) sono stati misurati per verificare i risultati in donne che hanno riferito terminare o il taglio.

Non c'erano differenze significative nel cambiamento nel comportamento di fumo nel gruppo di intervento rispetto al gruppo di controllo, sebbene meno donne nel gruppo di intervento riferissero il fumo più.

Diciassette (4,8%) delle donne nel gruppo di intervento hanno fermato il fumo rispetto a 19 (4,6%) nel gruppo di controllo. Quindici (4,2%) nel gruppo di intervento hanno tagliato rispetto a 26 (6,3%) nel gruppo di controllo.

Questo studio fornisce le informazioni ai clinici ed i responsabili politici che l'intervento comportamentistico da solo per quelle donne molto dipendenti che continuano a fumare alla prenotazione di maternità è improbabile da essere abbastanza efficace fornire la buona utilizzazione delle risorse, dicono gli autori.

La terapia della sostituzione del nicotina è efficace nella popolazione in genere ma ordinariamente non è raccomandata durante la gravidanza. Tuttavia, gli autori suggeriscono che le ostetriche potrebbero fornire il controllo vicino della sostituzione del nicotina in donne che non si fermerebbero altrimenti, una volta che la sicurezza e l'efficacia sono state esaminate.

Contatto:
David Tappin, Direttore, epidemiologia pediatrica ed unità di salubrità della Comunità, ministero della salute dei bambini, università di Glasgow, Scozia
Telefono: +44 (0) 141 201 0178
Email: [email protected]

Clicchi qui per osservare il documento pieno