Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il modello del mouse della sindrome di Rett video l'attività corticale diminuita

Sacha Nelson della Brandeis University in Waltham, il mA e Rudolf Jaenisch del Whitehead Institute della ricerca biomedica a Cambridge, il mA ed i loro colleghi riferiscono online negli atti della prima edizione che l'attività di un neurone spontanea è diminuita nella corteccia di un modello knockout del mouse per il disordine neurodevelopmental di infanzia, sindrome dell'Accademia nazionale delle scienze di Rett. Le fondamenta di ricerca di sindrome di Rett (RSRF) e le fondamenta di McKnight hanno costituito un fondo per questo progetto.

La sindrome di Rett (RTT) è un disordine neurologico severo diagnosticato quasi esclusivamente in ragazze. I bambini con il RTT sembrano svilupparsi normalmente fino a 6 - 18 mesi dell'età, quando forniscono un periodo di regressione, di discorso perdente e di abilità motorie. La maggior parte sviluppano i movimenti ripetitivi della mano, i reticoli respiranti dell'irregolare, gli attacchi ed i problemi estremi di controllo di motore. Il RTT lascia le sue vittime profondo invalide, richiedendo l'assistenza massima con ogni aspetto della vita quotidiana. Non c'è maturazione.

Il sistema nervoso consiste di miliardi di neuroni che comunicano a vicenda. I neuroni non toccano e lo spazio fra loro è chiamato una sinapsi. Questa lacuna è colmata dai neurotrasmettitori che sono rilasciati tramite la generazione di segnali elettrici. Alcuni neurotrasmettitori sono eccitanti e l'attività di aumento nel cervello ed altre sono attività di diminuzione ed inibitoria. In cervelli sani, un bilanciamento fra l'eccitazione e l'inibizione è essenziali per quasi tutte le funzioni, compreso la rappresentazione di informazioni sensitive, i processi conoscitivi quale processo decisionale, il sonno ed il controllo di motore.

I segnali elettrici che i neuroni generano possono essere misurati facendo uso dei microelettrodi. Facendo uso di una tecnica chiamata, l'intero morsetto di toppa delle cellule, Vardhan Dani, un dottorando nel laboratorio del Dott. Nelson e Qiang Chang un collega post-dottorato dal laboratorio di Rudolf Jaenisch hanno verificato gli impulsi elettrici nella corteccia del modello knockout del mouse di sindrome di Rett. La corteccia è una delle regioni del cervello influenzato in pazienti con il RTT. Questi mouse geneticamente sono manipolati in modo da mancano “del gene di Rett„, MECP2. Come le persone con la sindrome di Rett, sono apparentemente normali alla nascita e cominciano ad esibire i comportamenti del tipo di Rett entro 5 settimane dell'età.

Interessante, i gruppi hanno trovato che il bilanciamento eccitante-inibitorio nella corteccia dei mouse è stato spostato verso inibizione (attività di cervello in diminuzione). Essi sintomi linguistici e sociali congetturano che questo spostamento verso inibizione nella corteccia e forse altre regioni del cervello potrebbe essere alla base di alcuno del conoscitivo, del motore, veduti in RTT.

L'infornamento spontaneo dei neuroni piramidali L5 in mouse di 5 settimane era quadruplo in diminuzione una volta confrontato ai mouse normali. Questa riduzione è da più presto progressiva, due settimane, in mouse presintomatici, la riduzione era volta soltanto 2. Ciò che trova rappresenta la prima prova sperimentale per un'anomalia fisiologica che esiste prima che i sintomi compaiano.

“È importante notare che poiché questo difetto è veduto che così presto suggerisce che l'attività corticale diminuita possa essere un difetto cellulare primario che può piombo ad altre neuropatologie,„ Qiang comune Chang, co-primo autore sul documento.

I lavori futuri metteranno a fuoco sul delucidamento dei meccanismi da cui la mancanza di MECP2 piombo ad inibizione aumentata ed all'eccitazione diminuita. “Il punto seguente è di usare una tecnica chiamata registrazione accoppiata per esaminare i beni di diverse connessioni sinaptiche fra le paia dei neuroni corticali per scoprire più precisamente che le connessioni cambiano e di come. Egualmente stiamo provando a capire quale altri geni neurali sono regolamentati da Mecp2 misurando l'espressione genica in neuroni dai mouse knockout e dai loro fratelli germani normali,„ abbiamo detto Sacha Nelson, l'autore corrispondente del documento.