Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Centinaia di geni identificati in questione in patofisiologia di colite ulcerosa e della malattia di Crohn

In un documento pubblicato nei ricercatori della medicina di PLoS dalla rete tedesca della ricerca del genoma hanno analizzato l'espressione di migliaia di geni dai pazienti con la malattia di viscere infiammatoria (colite ulcerosa e malattia di Crohn) facendo uso di ampio approccio del genoma per produrre una maschera completa di cui i geni sono attivati in queste circostanze.

Facendo uso dei microarrays, una tecnica in cui migliaia di indicatori per i geni sono collocate insieme su un chip di silicio, i ricercatori piombo da Stefan Schreiber poteva valutare se i geni dai pazienti con queste due malattie erano inserita/disinserita passato in campioni prelevati dall'intestino commovente. Che cosa hanno trovato era che 650 geni hanno differito in come l'attivo essi era fra le persone ed i pazienti normali con l'una o l'altra delle malattie. Interessante, il giù-regolamento che piombo ad una mancanza di funzione era il reticolo che prevalente i ricercatori hanno trovato. Nella malattia di Crohn, circa 84% dei geni differenziale espressi sono stati trovati per essere meno attivo rispetto a 42% dei geni differenziale espressi nella colite ulcerosa. Tuttavia, nessuno dei 122 geni differenziale espressi nella malattia di Crohn e nella colite ulcerosa overexpressed in una malattia e underexpressed nell'altra, che supportasse l'idea di un trattamento infiammatorio di fondo comune che continua in entrambe le malattie. Questa nozione egualmente è supportata tramite gli sviluppi clinici recenti che dimostrano che le terapie sono spesso applicabili ad entrambe le malattie.

In una seconda parte dello studio, il gruppo ha osservato molto attentamente che reticoli di espressione genica là erano; hanno trovato che c'erano cambiamenti in molti geni connessi con la risposta immunitaria anormale in entrambe le malattie; e nella colite ulcerosa hanno trovato i cambiamenti in geni responsabili della crescita e della proliferazione delle cellule.

La colite ulcerosa e la malattia di Crohn sono malattie di ricaduta croniche comuni; nel Regno Unito, per esempio, pregiudicano insieme circa una persona in ogni 400, ammontando a complessivamente 120.000 casi di colite ulcerosa e a 60.000 della malattia di Crohn, con 6.000 nuovi casi di colite ulcerosa e 3.000 nuovi casi della malattia di Crohn ogni anno. I preventivi correnti sono di più di 1 milione casi ciascuno negli Stati Uniti e l'Europa.

Questo studio evidenzia come il complesso il trattamento di fondo di malattia è in queste due malattie, ma egualmente indica alcuni viali futuri possibili per la ricerca di tali malattie in generale.