Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Gli effetti di 10 antideprimente di seconda generazione comunemente prescritti studiati

Poiché la depressione clinica così sta rendendo non validi e pregiudica più di 16 per cento degli adulti negli Stati Uniti a un certo momento nelle loro vite, i ricercatori hanno lavorato duro per sviluppare i trattamenti più efficaci. Ma quanto migliore è i più nuovi prodotti farmaceutici?

Molti antideprimente di seconda generazione, malgrado le differenze nella classificazione e nel costo della droga, offrono a pazienti essenzialmente gli stessi vantaggi con poca variazione nei rischi, università di North Carolina ai ricercatori di Chapel Hill hanno trovato.

Tali antideprimente includono gli inibitori selettivi di ricaptazione della serotonina (SSRIs) ed altre droghe che pregiudicano l'attività dei neurotrasmettitori in un modo selettivo.

In un documento l'oggi online pubblicato (il 19 settembre) ed essere pubblicato nell'emissione di ottobre degli annali del giornale di medicina interna, del Dott. Richard A. Hansen e dei colleghi ha esaminato gli effetti di 10 antideprimente di seconda generazione comunemente prescritti. Quelle droghe hanno incluso le droghe esperte di nome di marca quali Prozac, Zoloft, Effexor, Wellbutrin e Paxil.

Hansen è assistente universitario della farmacia al banco di UNC della farmacia. Lo studio piombo implicato studiando il ruolo dei farmaci nel trattamento iniziale degli adulti che soffrono dalla depressione principale combinandosi ed i dati sistematicamente analizzanti da 46 hanno ripartito le probabilità, gestito sulle prove.

Altri autori, tutti ad UNC, sono DRS. Gerald Gartlehner e Timothy S. Carey del Cecil G. Sheps Center per ricerca sui servizi sanitari, Dott. Kathleen N. Lohr del dipartimento dell'amministrazione e di criterio di integrità al banco della salute pubblica e Bradley N. Gaynes del banco dell'instituto di psichiatria della medicina. Carey, professore di medicina, dirige il centro di Sheps. Gartlehner è direttore associato al del centro basato a prova di pratica di RTI-UNC.

“Gli studi di esperienza hanno paragonato l'efficacia degli antideprimente di seconda generazione a quella di placebo o di più vecchi trattamenti ma sistematicamente non hanno valutato come gli agenti di seconda generazione hanno confrontato l'un l'altro,„ Hansen hanno detto. “Dato il numero dei trattamenti di seconda generazione disponibili, delle differenze di costo, dell'uso molto diffuso e della mancanza generale di consenso in come le droghe confrontano, la nostra ricerca può aiutare i pazienti, clinici ed i responsabili politici decidono quale droga è la cosa migliore.„

La riga inferiore era che uno era circa buono quanto un altro in termini di efficacia, ma la probabilità che i pazienti hanno avvertito determinati effetti secondari hanno differito fra i composti, ha detto.

“La prova comparativa su queste droghe suggerisce che ci siano soltanto differenze minime nell'efficacia, sebbene alcune delle droghe vengano con un rischio aumentato di determinati effetti secondari,„ Hansen abbiano detto. “Capire la probabilità degli effetti secondari ed abbinare questi informazioni con lo stile di vita dei pazienti e le preferenze per gli effetti secondari preveduti possono contribuire a migliorare il trattamento della droga della depressione.

“Sebbene il nostro studio specificamente non valuti l'impatto dei costi o delle differenze della droga nei regimi di dosaggio su come i pazienti sono andato, quei fattori anche possono essere fattori determinanti importanti nella selezione della droga,„ lo scienziato ha detto. “Che è in assenza della preferenza paziente o di chiara scelta per cui l'agente è la cosa migliore per una persona data.„

Le limitazioni dello studio erano che i dati pubblicati da alcune prove non erano completi e comparabile come i ricercatori avrebbero preferito, Hansen ha detto. La maggior parte dei dati provenivano dalle prove promosse dalle compagnie farmaceutiche e le domande rimangono quanto a quanto imparziale tali studi sono.

Il contributo alla ricerca è venuto al Cecil G. Sheps Center per ricerca sui servizi sanitari dal progetto di esame dell'efficacia della droga, un programma di collaborazione coordinato dal centro per a polizza Basata a prova all'università di salubrità e di scienza dell'Oregon.

Nel 2000, il carico economico della depressione è stato valutato $83,1 miliardo, Hansen ha detto. Sebbene il trattamento della droga non funzioni per tutti i pazienti, le droghe solitamente sono considerate il primo e potenzialmente migliore trattamento in parte poiché i medici di pronto intervento prescrivono la maggior parte degli antideprimente in questo paese.