Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Le guide di Botox spiegano le cause possibili delle malattie del nervo

Botox, usato dagli star di Hollywood per lisciare fuori le grinze facciali, sta svolgendo un ruolo importante nella ricerca di UQ per capire come le cellule nervose comunicano a vicenda.

La ricerca sta esplorando la funzione di base delle cellule nervose, i cambiamenti di minuto che sono alla base della memoria e dell'apprendimento e le cause possibili delle malattie del nervo.

Il Dott. Frederic Meunier, un conferenziere all'università di banco di Queensland (UQ) delle scienze biomediche, sta studiando i trattamenti fisiologici di base al livello molecolare.

Il Dott. Meunier è uno di sette finalisti di UQ nei 2005 premi di eccellenza della ricerca delle fondamenta di UQ da annunciare il 22 settembre poichè un punto culminante della settimana 2005 della ricerca di UQ.

Come una strategia di ricerca, sta approfittando della selettività squisita delle tossine potenti del nervo quali botox o glycerotoxin per dividere selettivamente i trattamenti (di un neurone) di base delle cellule nervose nella ricerca costituita un fondo per consiglio della ricerca australiano.

“Botox è la neurotossina più potente corrente conosciuta,„ il Dott. Meunier ha detto.

“Deriva dal clostridium botulinum del batterio, che causa il botulismo (intossicazione alimentare).

“Tuttavia, il botox sempre più è utilizzato nella terapia umana per trattare tali circostanze come tremito di strabismo (strabismi), di voce, della testa e dell'arto, spasticità, movimenti di balbuzie e involontari quali i tic e per rigidità dolorosa.

“Sto usando i tipi differenti di tossine per esplorare l'interazione delle proteine e dei lipidi (grassi) quando le cellule nervose comunicano via la versione dei neurotrasmettitori in un trattamento chiamato l'esocitosi vescicolare.„

I neurotrasmettitori trasmettono gli impulsi nervosi attraverso le sinapsi chimiche, che sono regioni dove una cellule nervose stabilisce il contatto funzionale a vicenda.

Il Dott. Meunier ed i suoi colleghi ha scoperto che le cellule nervose botox-inebriate non muoiono. Cominciano emettere i piccoli germogli che infine permettono il ripristino delle cellule nervose.

Il suo progetto in corso mira a capire il ruolo svolto da una famiglia intrigante dei grassi contenenti fosfati, chiamata phosphoinositides negli eventi molecolari di aumentare fino che piombo all'esocitosi.

Nella ricerca costituita un fondo per consiglio della ricerca australiano, il Dott. Meunier recentemente ha scoperto un ruolo inatteso per un membro della famiglia di phosphoinositide in vescicole neurotrasmettitore-contenenti di innesco -- un evento cruciale nell'accumulazione degli eventi molecolari che piombo alla versione del neurotrasmettitore fuori delle cellule nervose.

Lo studio recentemente è stato pubblicato in una biologia molecolare prestigiosa del giornale internazionale della cella.

“Questo ci hanno dato un angolo novello da cui avvicinarsi a questo trattamento e noi stanno utilizzando la stessa strategia per esaminare il ruolo svolto da acido grasso poli-insaturo nel meccanismo molecolare della comunicazione di un neurone nella ricerca costituita un fondo per NH&MRC.,„ lui hanno detto.

“C'è senza dubbio che capire questo trattamento piombo alla ricerca novella affrontare le malattie di un neurone quali Parkinson ed il morbo di Alzheimer.

“Potrebbe anche essere importante per il trattamento futuro dei termini mentali quale la depressione, che sta trasformandosi in in un problema nazionale dovuto invecchiare e lo sforzo della popolazione australiana.

“Ancora questo lavoro sarà importante per il rinforzo del ruolo dell'Australia alla prima linea della neurobiologia e la segnalazione della ricerca.„

Dott. Meunier, di cui tesi di PhD all'università di Parigi concentrata sulla comunicazione delle cellule nervose, avanzata i suoi interessi nel campo durante gli studi postdottorali all'istituto universitario imperiale, Londra su ricerca sinaptica e sui lipidi contenenti fosfati nella ricerca sul cancro al laboratorio del Consiglio di ricerca medica di biologia molecolare a Cambridge, un istituto che ha prodotto più di 13 vincitori di premio Nobel.

Ha unito UQ due anni fa dopo una riunione di probabilità con il professor David Adams del banco di UQ delle scienze biomediche ad una conferenza internazionale.