Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La ligasi Rnf6 di Ubiquitin può partecipare all'oncogenesi

In uno studio recente, il Dott. Ingolf Bach ed i colleghi dall'università di facoltà di medicina di Massachusetts, di Worcester e dell'università di Amburgo descrivono un ruolo novello per la via di degradazione della proteina di ubiquitin/proteosome nel regolamento della dinamica locale dell'actina in neuroni.

Gli autori possono indicare che i polyubiquitinates della ligasi Rnf6 di ubiquitin la chinasi LIMK1, mirantele per degradazione proteosomal nei coni di crescita dei neuroni hippocampal. LIMK1 regolamenta la dinamica del citoscheletro dell'actina soprattutto via fosforilazione dei fattori ADF/cofilin della depolimerizzazione dell'actina, con le conseguenze importanti per la morfologia delle cellule, la motilità delle cellule e lo sviluppo delle proiezioni di un neurone. I cambiamenti nella concentrazione LIMK1 hanno un impatto nella dinamica dell'actina del cono di crescita e nella formazione di un neurone dell'assone.

Gli autori mettono a fuoco sulla proteina Rnf6 dell'anulare dovuto la sua similarità alla proteina precedentemente identificata RLIM, che è stata indicata a legatura ai domini nucleari di LIM e criticamente regolamenta l'attività biologica dei fattori di trascrizione di LIM-HD. Gli autori trovano gli alti livelli di proteina Rnf6 nelle proiezioni axonal dei neuroni di root dorsale dei gangli e dei motoneuroni negli embrioni del mouse per volta in quali proiezioni attivamente stanno sviluppando, suggerenti un ruolo di questa proteina nello sviluppo di questi neuroni. Possono indicare che questo è effettivamente il caso dal colpo RNAi-mediato di Rnf6 in neuroni hippocampal primari, che stimolano la conseguenza dell'assone e da sovraespressione di Rnf6 che provoca una diminuzione significativa di lunghezza dell'assone.

Trovando che Rnf6 gli obiettivi LIMK1 per degradazione definitivo chiude questo cerchio del regolamento, fornente il collegamento fra la dinamica dell'actina, la crescita axonal e Rnf6. D'importanza, gli autori possono indicare che i cambiamenti nella conseguenza dell'assone indotta dai cambiamenti nei livelli di Rnf6 possono essere riparati dai cambiamenti compensativi nell'espressione LIMK1, quindi dante a Rnf6 un ruolo centrale nella dinamica gestente dell'actina in strutture sottocellulari. Poiché LIMK1 è stato implicato nei trattamenti biologici quali la metastasi e l'invasione di cancro, il Dott. Bach precisa che “… questi risultati indicano che Rnf6 non solo svolge un ruolo importante nella coordinazione dello sviluppo di un neurone ma possono anche partecipare all'oncogenesi.„