Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

L'uso a lungo termine di NSAIDs taglia il rischio per cancro orale in fumatori dalla metà ma dal rischio di aumenti di problemi cardiovascolari

Clicchi qui per un avviso importante per quanto riguarda questo articolo

******

Un'analisi di 20 anni di dati sulla salubrità oltre di 900 adulti ha trovato che a lungo termine usi degli anti-infiammatori non steroidei tradizionali (NSAIDs), quali ibuprofene ed il naprossene, tagli il rischio per cancro orale in fumatori dalla metà.

Tuttavia, l'uso di questi analgesici (ad eccezione dell'aspirina) per 6 mesi o più egualmente ha raddoppiato i rischi degli utenti per la morte cardiovascolare, secondo la ricerca di collaborazione pubblicata online da The Lancet.

Gli studi sono stati intrapresi dai ricercatori all'ospedale norvegese del radio ed all'ospedale nazionale a Oslo; Università di scienza e tecnologia, Trondeim, Norvegia; Ospedale NewYork-Presbiteriano/centro medico di Weill Cornell in New York; Il centro del Cancro dell'università del Texas M.D. Anderson a Houston; e l'università di Helsinki.

“I nostri risultati evidenziano come una droga comunemente usata può avere un vantaggio dal punto di vista di prevenzione del cancro ma possono anche avere effetti secondari - in questo caso, un rischio aumentato per la morte cardiovascolare,„ ha detto il Dott. Andrew Dannenberg, il Henry R. Erle, M.D., professore di medicina all'istituto universitario medico di Weill della Cornell University e Direttore del co-ricercatore di prevenzione del cancro a NewYork-Presbyterian/Weill Cornell.

I risultati “egualmente supportano i movimenti dagli Stati Uniti Food and Drug Administration, che recentemente hanno affidato “la scatola nera in mandato speciale„ etichette di avvertimento su tutti gli analgesici di NSAID eccetto l'aspirina, consumatori d'avvertimento degli effetti secondari cardiovascolari potenziali collegati ad uso a lungo termine,„ Dott. aggiunto Jon Sudbo, un consulente senior del ricercatore del cavo nel dipartimento di oncologia e di radioterapia mediche all'ospedale norvegese del radio.

Il nuovo contrassegno FDA-affidato si applica sia alle versioni di prescrizione che non quotate in borsa di queste droghe. I movimenti più iniziali seguiti decisione dell'agenzia nel 2004 e 2005, quando due COX-2 NSAIDs enzima-specifico sono stati ritirati dal servizio - primo Vioxx sono stati richiamati volontariamente da Merck nel settembre 2004 e poi da FDA hanno ordinato il richiamo di Bextra più presto questa primavera.

I risultati sono stati presentati all'inizio di quest'anno alla riunione annuale dell'Associazione per la ricerca sul cancro americana.

Il gruppo di ricerca ha dato un'occhiata retrospettiva ai dati raccolti futuro dal 1975 al 1995 su più di 123.000 adulti che partecipano all'indagine norvegese di salubrità. L'indagine tiene la carreggiata gli stili di vita del partecipante, le abitudini ed i risultati a lungo termine di salubrità ed è una dei più ricche tali database nel mondo.

Il Dott. Sudbo e colleghi ha limitato il loro fuoco a 454 persone con cancro orale e 454 altri senza tali malignità abbinate per l'età ed il sesso. Tutte persone hanno avute una cronologia di fumo pesante.

“Specificamente, stavamo cercando le associazioni fra l'uso a lungo termine di tradizionale, non-COX-2-specific NSAIDs ed il rischio di cancro orale, poiché il lavoro precedente ha suggerito che queste droghe potessero ridurre i rischi per altre malignità, quali tumore del colon,„ il Dott. spiegato Scott M. Lippman del co-ricercatore, la presidenza di Ellen F. Knisely Distinguished ed il presidente del dipartimento di prevenzione del cancro clinica al centro del Cancro del M. il D. Anderson.

Infatti, i ricercatori hanno trovato una correlazione: Gli adulti che erano NSAIDs prescritto quali l'aspirina, l'ibuprofene, il naprossene, l'indometacina, il piroxicam ed il ketoprofene per 6 mesi o più (la maggior parte di loro per molto più tempo periodi, con 88 per cento che catturano NSAIDs per 5 anni o più) erano ad un rischio ridotto 53 per cento per le malignità orali rispetto a coloro che non ha catturato le droghe nel lungo termine.

“Ma c'era un'individuazione d'imbarazzo,„ il Dott. Sudbo ha detto. “Anche se le droghe sono sembrato proteggere gli utenti da cancro orale, non abbiamo veduto camice aggiunto del vantaggio in termini di prolungamento di vita o abbiamo diminuito la mortalità. Così qualcosa potenzialmente stava fornendo di punta il bilanciamento l'altro modo.„

Scavatura più profonda, hanno identificato quello “qualcosa„ come malattia cardiovascolare: Secondo lo studio, l'uso a lungo termine di NSAIDs tradizionale, eccezione fatta per l'aspirina della cardiovascolare-dose, ha raddoppiato il rischio degli utenti per la morte cardiovascolare.

Questo tipo di rischio elevato del cuore già era stato notato con una sottoclasse di NSAIDs ha chiamato gli inibitori COX-2, droghe come Vioxx ora richiamato e Bextra e un terzo (ancora) antidolorifico disponibile, Celebrex, che mirano ad un enzima specifico collegato ad infiammazione.

“Ma i nostri dati supportano il movimento recente di FDA mettere un'etichetta di avvertimento sull'intera classe di farmaci di NSAID, eccezione fatta per l'aspirina - contrassegnando quel gli avvisi consumatori che l'uso a lungo termine di queste droghe potrebbe sollevare il loro rischio cardiovascolare,„ il Dott. Lippman ha detto.

I ricercatori hanno sollecitato che lo studio presenta le sue limitazioni. In primo luogo, il NSAIDs utilizzato nello studio era a disposizione dei norvegesi via la prescrizione soltanto e non è chiaro se i dosaggi usati dai partecipanti di indagine erano simili nella resistenza ai prodotti non quotati in borsa americani popolari come Aleve (naprossene), Motrin (ibuprofene), o Advil (ibuprofene).

Inoltre, il Dott. Dannenberg ed il Dott. J. Jack Lee, professore del co-author della biostatistica al centro del Cancro del M. il D. Anderson, hanno sollecitato che sebbene i dati stessi fossero raccolti futuro, lo studio rimane uno sforzo relativamente piccolo e retrospettivo. “È duro fare le generalizzazioni ampe fino a confermare i risultati da molto più grande, prove future,„ essi ha detto.

Così, potrebbe l'uso a lungo termine di NSAIDs tradizionale ancora essere giusto per qualche gente - secondo i ricercatori di studio, una valutazione attenta del rischio-vantaggio è richiesta e quella è una domanda lasciata il più bene ad un paziente ed al suo medico.

******

Clicchi qui per un avviso importante per quanto riguarda questo articolo