Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

PCBs ha trovato ampiamente nell'ambiente ed assorbente nella dieta - può danneggiare lo sperma

La ricerca da un gruppo internazionale Unione-di supporto europeo degli scienziati ha indicato che difenili policlorati (PCBs) - prodotti chimici organici sintetici trovati ampiamente nell'ambiente ed assorbenti nella dieta - può danneggiare lo sperma.

Ma, il Dott. Marcello Spanò dell'autore principale, dell'agenzia nazionale italiana per le nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente (ENEA), hanno sollecitato che lo studio non aveva trovato effetti drammatici su fertilità umana e non aveva rivelato alcuna minaccia seria di salute pubblica. Tuttavia, i risultati erano un avviso ed ulteriore ricerca era necessaria.

Lo studio, riferito in linea (giovedì 13 ottobre) nella riproduzione umana del giornale riproduttivo principale della medicina di Europa, egualmente ha esaminato il dichlorodiphenyldichlorethylene (DDE) - un prodotto della scomposizione di DDT - ma trovato che non è sembrato danneggiare il DNA dello sperma.

L'impatto degli agenti inquinanti a base d'organocloro persistenti (POPs), di cui PCBs ed il DDT sono due, su fertilità umana è ancora sconosciuto e ci sono risultati limitati e contraddittori per quanto a se PCBs e DDT/DDE danneggiano lo sperma umano. Questo studio, che fa parte di vasto progetto conosciuto come INUENDO, precisato anche per vedere se questi due schiocchi danneggiano lo sperma alterando la sua integrità della cromatina. (Cromatina è il DNA e le proteine associate che compongono un cromosoma).

La ricerca, che è la prima per collazionare i dati circa gli effetti riproduttivi degli schiocchi da una popolazione in genere, ha compreso oltre 700 uomini - 193 inuit dalla Groenlandia, da 178 pescatori svedesi, da 141 uomo da Varsavia in Polonia e da 195 uomini da Harkìv in Ucraina.

L'analisi della struttura della cromatina dello sperma usata scienziati (SCSA) per verificare l'integrità dei campioni dello sperma dalla maggior parte dei volontari e per valutare il livello di danno del DNA - l'indice di frammentazione del DNA (DFI). Hanno misurato il siero di sangue per i livelli di hexachlorobiphenyl (CB-153), che è un indicatore per il totale PCBs non del tipo di diossina nell'organismo. Gli uomini egualmente hanno risposto ai questionari sul loro stile di vita, occupazioni e cronologia riproduttiva.

I risultati hanno prodotto un'individuazione intrigante e d'imbarazzo: fra gli uomini europei complessivi, il DFI è aumentato di concerto con i livelli aumentanti di PCBs nel sangue, con frammentazione del DNA dello sperma che raggiunge un livello elevato medio 60% nel gruppo esposto ai livelli elevati degli schiocchi. Ma, non tale associazione significativa è stata trovata fra gli uomini inuit.

“I risultati dal gruppo inuit sono sorprendenti e rassicuranti. Come di consueto, abbiamo voluto una risposta semplice ed invece abbiamo trovato molte nuove domande,„ ha detto il Dott. Spanò, che è guida del gruppo, tossicologia riproduttiva, sezione di tossicologia e scienze biomediche all'ENEA a Roma. “Possiamo speculare soltanto, in questa fase, che i fattori genetici di stile di vita e/o di trucco sembrano neutralizzare o controbilanciare gli agenti inquinanti in questo gruppo.„

Potrebbe essere, disse, che il profilo degli agenti inquinanti ha svolto un ruolo. PCBs è classe A di composti che includono intorno 200 sottoprodotti tossici (congeners). “Abbiamo misurato soltanto due schiocchi importanti poichè sarebbe stato un compito erculeo di considerarli tutti, in modo da stiamo vedendo soltanto la punta dell'iceberg.„

Il Dott. Spanò ha detto che era importante tenere i risultati nella prospettiva. Il livello mediano di DNA nocivo dello sperma era 10% e la grande maggioranza degli uomini nello studio era fertile. La probabilità di generare un bambino comincia diminuire quando la percentuale di sperma nocivo raggiunge circa 20% e diventa trascurabile dal 30-40% in poi. “L'esposizione del PWB potrebbe urtare negativamente le capacità riproduttive particolarmente per gli uomini che, per altre ragioni, già hanno un'più alta frazione di sperma difettoso,„ lui ha detto.

Le priorità della ricerca ora comprendono gli studi di del tempo gravidanza (già in corso) e le differenze regionali. “Ma di che cosa abbiamo bisogno male sono i dati sull'esposizione dei bambini futuri, mentre l'ipotesi di rottura endocrina suggerisce che l'esposizione fetale e perinatale potrebbe essere più pertinente fino a salubrità e le conseguenze riproduttive sono interessate,„ lui hanno detto.

Ha aggiunto che c'erano pochi studi epidemiologici sugli effetti riproduttivi degli schiocchi e studi di popolazione era di importanza fondamentale per la migliore valutazione del rischio. Questa pubblicazione era la prima di molti che riferissero i risultati globali del progetto. INUENDO era un maggiore che intraprende soltanto reso possibile dall'abilità e l'entusiasmo dei gruppi di ricerca internazionali e migliaia di gente che aveva contribuito le informazioni ed i campioni biologici, hanno detto il Dott. Spanò. “Siamo indebitati a loro.„