Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il lavoratore di radiazione di ANSTO registra la dose insolita

Durante l'assegno mensile normale di fisica sanitaria, il distintivo del monitoraggio delle radiazioni di un lavoratore nucleare australiano dell'organizzazione di scienza e tecnologia (ANSTO) recentemente ha registrato una dose insolita di 66 millisieverts o l'equivalente di cinque scansioni addominali di CT. I distintivi di altri lavoratori' erano normali.

Un quotidiano indossato video supplementare e progettato per allarmare se in un campo elettromagnetico di radiazione non mostrasse l'esposizione a radiazioni insolita.

Le discrepanze fra i due videi piombo ad una ricerca sull'incidente per vedere se la lettura fosse falsa. Le letture false possono accadere se un video è posato in un'area radioattiva ed andasse per un periodo.

La ricerca ha confermato che le procedure di sicurezza sistematiche sono state seguite ma non potrebbe verificare le ragioni per la dose che è stata registrata sul primo dosimetro. In tal caso, ANSTO ha adottato l'approccio preventivo di presupporre il personale ha ricevuto la dose.

Le analisi del sangue egualmente sono state effettuate per assicurare che al lavoratore non avesse ricevuto una dose oltre 100 millisieverts - la dose massima permessa i lavoratori di radiazione dallo IAEA e da ARPANSA in cinque anni. La dose massima all'anno è 50 millisieverts. L'analisi del sangue ha mostrato che questo non era il caso.

La salubrità del lavoratore non è al rischio e non è interessato circa la situazione. Ora sarà definito ai dazi nelle aree non radioattive di ANSTO.