Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il colesterolo che abbassa le droghe non sembra fare diminuire il rischio di melanoma

Nessuna chiara prova esiste che alcune ampio-prescritte colesterolo-abbassare le droghe possono fare diminuire il rischio di melanoma, di cancro di interfaccia micidiale e maligno, secondo un nuovo esame degli studi recenti.

Robert Dellavalle, M.D., del centro medico di affari dei veterani di Denver e colleghi non ha trovato differenza significativa nelle tariffe del melanoma fra la gente che cattura lo statin o il farmaco di fibrato per ricco in colesterolo e coloro che non ha catturato qualsiasi classe di droga. I critici hanno esaminato 16 studi di alta qualità che hanno incluso 62,197 persone che erano state esaminate per i melanomi.

Gli Statins ed i fibrati sono i medicinali più popolari prescritti per abbassare il colesterolo. I nomi di marca per queste droghe includono Mevacor, Lipitor, Zocor, Abitrate e Lopid. Ricerca più iniziale in animali e nella gente che catturano i farmaci per ricco in colesterolo suggerito che le droghe potrebbero avere beni anticancro. Dellavalle ha detto che l'esame “non esclude la possibilità che queste droghe impediscono il melanoma,„ poiché c'era una diminuzione di 10 per cento nei melanomi fra i pazienti che catturano lo statin droga. Comunque, disse, “fino a stabilire ulteriore prova, limitare l'esposizione a radiazione ultravioletta rimane la maggior parte del modo efficace di diminuire il rischio di melanoma.„

L'esame compare nella questione attuale della libreria di Cochrane, una pubblicazione della collaborazione di Cochrane, un'organizzazione internazionale che valuta la ricerca medica. Gli esami sistematici traggono alle le conclusioni basate a prova circa pratica medica dopo la considerazione delle entrambe il contenuto e la qualità delle prove mediche esistenti su un argomento.

Le droghe utilizzate nelle varie dosi nei 16 studi erano lovastatine, pravastatine, simvastatine, bezafibrate, clofibrate e gemfibrozil. C'erano 66 melanomi riferiti fra la gente che riceve le droghe di fibrato o dello statin e 86 melanomi fra la gente che ha ottenuto un placebo o una simile terapia.

Per le lovastatine, una delle droghe per cui un gran numero di dati di studio sono esistito, Dellavalle e colleghi ha calcolato che 244 persone avrebbero dovuto essere trattate con il farmaco affinchè cinque anni impedissero un melanoma.

Dellavalle ed i colleghi egualmente hanno notato “i pericoli di tendenziosità della pubblicazione.„ Il loro esame ha compreso i dati da parecchi studi non pubblicati, ma soltanto due del 11 studio che non mostra collegamento significativo fra le droghe e le tariffe del melanoma sono stati pubblicati.

“Questo sottolinea il pericolo delle conclusioni della trafilatura facendo uso soltanto dei dati pubblicati,„ Dellavalle ha detto.

Il meccanismo esatto dietro le droghe e la prevenzione del cancro del colesterolo è ancora incerto, ma la ricerca indica che il colesterolo può proteggere le celle cancerogene dall'accessorio “si autodistrugge„ i segnali chimici, permettendoli di svilupparsi fuori controllo. gli statins ed i fibrati Colesterolo-gestenti possono rallentare o fermare la crescita del tumore o amplificare gli effetti anticancro della chemioterapia, di Dellavalle e dei colleghi dica.

“Ogni statin ha chimica leggermente differente, ma le distinzioni fra le droghe come agenti chemopreventive ancora non sono conosciute,„ ha detto Stephen Gruber, M.D., un professore associato alla facoltà di medicina dell'università del Michigan che ha ricercato gli effetti degli statins sul melanoma e su altri cancri.

Malgrado i risultati dell'esame di Cochrane, gli autori dicono gli studi sugli statins e sul cancro, compreso il melanoma, dovrebbe continuare. Gli studi futuri devono comprendere più partecipanti e più informazione dettagliata sui diversi fattori di rischio del cancro dei pazienti, secondo Dellavalle.

“Poiché gli statins egualmente sono considerati come agenti preventivi possibili per altri cancri, un video di prova tutti i risultati del cancro potrebbe essere la cosa migliore,„ ha detto.

Secondo i dati più recenti dall'istituto nazionale contro il cancro, i melanomi rappresentano soltanto 4 per cento delle casse del cancro di interfaccia ma quasi 80 per cento delle morti del cancro di interfaccia negli Stati Uniti.

“Il successo limitato dei trattamenti disponibili ed alto costo delle terapie usate per trattare permesso avanzato del melanoma molti, particolarmente quelli ad ad alto rischio del melanoma di sviluppo, ardentemente attendendo la scoperta dell'mezzi di prevenzione,„ Dellavalle ha detto.

“Le bugie della difficoltà in parte in quel melanoma è un risultato relativamente raro. Le prove devono essere molto lunghe e quindi diventano proibitivamente costose,„ Dellavalle ha detto.