Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La velocità di aumento di PSA importa più del livello di PSA

Nel più grande studio sul suo genere fin qui, i ricercatori della clinica di Mayo riferiscono che la cinetica specifica dell'antigene (PSA) della prostata, sia velocità che tempo di raddoppiamento, può essere usata per predire la progressione di malattia e la probabilità della morte dopo l'ambulatorio radicale del prostatectomy, suggerenti che questa potrebbe essere usata per guidare le decisioni del trattamento.

I risultati di studio sono pubblicati nell'edizione di dicembre del giornale dell'urologia.

“Il livello di PSA nel sangue ha meno valore prognostico che precedentemente abbiamo pensato e non abbiamo altro indicatore del siero per aiutarci,„ dice Michael Blute, M.D., urologo della clinica di Mayo e principale inquirente dello studio. “Per noi era importante trovare altri modi esaminare i dati di PSA e tradurre quello in informazioni che salveranno le vite e credo che abbiamo fatto quello.„

Il carcinoma della prostata è il secondo cancro comune negli uomini (il cancro di interfaccia è primo) e nella seconda causa principale della morte del cancro in uomini americani, oltrepassata soltanto dal cancro polmonare. Questo anno, i preventivi americani dell'associazione del cancro 232.000 nuovi casi di carcinoma della prostata saranno diagnosticati. Mentre si in sei uomini sarà diagnosticato con carcinoma della prostata nella sua vita, solo una in 33 morirà di. Tuttavia, perché causa l'inabilità e la morte, trovare le nuove strategie ai migliori trattamenti dell'obiettivo è uno scopo importante di salute pubblica.

Il Dott. Blute ed i suoi colleghi ricercatori ha esaminato le registrazioni di 2.290 pazienti con le misure preoperatorie multiple di PSA come pure 5.176 pazienti con soltanto una misura preoperatoria, esaminante la tariffa a cui PSA aumentato di organismo -- pensiero per indicare crescita del cancro. Ciò è stata misurata col passare del tempo come entrambi la velocità di PSA (PSAV), il tasso di incremento nei livelli di PSA ed il tempo di raddoppiamento di PSA (PSADT), una misura di quanto i livelli di PSA si raddoppiano rapidamente. I ricercatori hanno trovato che mentre PSAV è più semplice calcolare, PSADT può essere un migliore indicatore di carcinoma della prostata non trattato.

Su un periodo medio di seguito di circa sette anni, la diffusione o la ricorrenza del cancro e le morti da cancro sono state registrate. La progressione biochimica è stata notata in 25,5 per cento dei pazienti, nella progressione clinica in 6,8 per cento e nella morte del cancro in 1,8 per cento. PSAV e PSADT sia hanno predetto la progressione che la morte. PSAV maggiori di 3,4 ng/ml ha correlato annualmente agli uomini che sono 6,54 volte più probabilmente morire che quelle con PSAV più basso. Mesi di PSADT più rapidamente di 18 hanno correlato al rischio di morte che è 6,22 volte superiore a per quelle con PSADT più lungo.

“Questo fornisce i fattori prognostici di pretrattamento apprezzato per carcinoma della prostata,„ dice Shomik primario Sengupta autore, M.D. “speriamo che il nostro lavoro aiuti nella discussione e nel risultato del medico-paziente nelle decisioni più informate per quanto riguarda l'osservazione, l'intervento ed il trattamento dell'adiuvante.„

Il gruppo di studio ha consistito dei pazienti che avevano subito il prostatectomy radicale per carcinoma della prostata fra 1990 e 1999 alla clinica di Mayo. Le misure preoperatorie e postoperatorie di PSA sono state ottenute dal rinvio della prova di laboratorio di Mayo e/o dei medici.

Altri ricercatori della clinica di Mayo che hanno contribuito a questo studio includono Robert Myers, M.D.; Jeffrey Slezak; Eric Bergstralh; e Horst Zincke, M.D., Ph.D.