Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Esercizio nella moderazione la cosa migliore per il cervello

L'esercizio è buono per la vostra salubrità fisica. Abbiamo conosciuto a lungo questo. Egualmente sappiamo che l'attività fisica è buona per il cervello ed allevia la depressione e lo sforzo.

Che cosa è più, prepararsi migliora sia la memoria che le capacità dell'apprendimento. D'altra parte, l'esercizio esagerato, quando l'organismo non ha una probabilità recuperare, ha un effetto negativo, con meno cellule cerebrali di conseguenza. Ciò è indicata in una dissertazione dall'accademia di Sahlgrenska all'università di Göteborg in Svezia. La moderazione è la cosa migliore, in altre parole.

Il biologo Andrew Naylor è arrivato a questo studiando i ratti che funzionano in una pedana mobile. I ratti che sono stati permessi eseguire la pedana mobile per i nove giorni acquistati cinque volte altrettante nuove cellule staminali nella parte del cervello hanno chiamato l'ippocampo rispetto ai ratti in un gruppo di controllo che non ha funzionato affatto. Quattro settimane dopo il loro addestramento, quello è quattro settimane dopo che la pedana mobile era stata eliminata dalla gabbia, circa un terzo di nuove celle era ancora là e si era sviluppato nelle cellule nervose di funzionamento.

L'ippocampo è una parte del cervello che è importante per il regolamento delle reazioni di sforzo, ma anche per la memoria ed imparare. Andrew Naylor potrebbe confermare che questi ratti realmente erano migliori principianti dopo il loro esercizio da una memoria corrente e prova dell'apprendimento su loro. La prova ha avuta la nuotata dei ratti in un bacino rotondo che ha avuto un posto in cui potrebbero alzarsi dal raggruppamento. I ratti che si erano esercitati imparato più rapidamente di coloro che non ha avuto dove dovrebbero nuotare per alzarsi dall'acqua.

Un terzo gruppo di ratti è stato permesso eseguire sulla pedana mobile tanto come hanno voluto per i 24 giorni. Per qualche motivo questi ratti hanno aumentato la loro quantità di allontanarsi da sei chilometri un il giorno a fino a 20 chilometri un giorno.

“Appena perché questi ratti hanno funzionato sempre più, non posso dire, ma sembrano gradirlo. Forse sviluppano una dipendenza di un certo ordinamento. Pianificazione studiare questo in futuro,„ dice Andrew Naylor. Ma anche se i ratti funzionati molto perché lo gradiscono, questo non hanno avuti impatto positivo sul numero delle celle nel cervello. Al contrario, hanno sviluppato soltanto la metà di altrettante nuove cellule nell'ippocampo come quei che non si esercitassero affatto.

“Che cosa è interessante è che se i ratti d'esercitazione fossero lasciati a resto per alcune settimane, più della metà delle loro celle formate di recente sono sopravvissuto a, che è più del doppio nei ratti che non si sono esercitati. Ma poiché c'erano meno nuove celle dall'inizio nei ratti sovra-esercitati, l'ultimo risultato era comunque in gran parte lo stesso numero delle celle in entrambi i gruppi. Cioè il cervello sembra trovare un modo compensare il fatto che meno celle siano formate quando i ratti eseguono troppo.„

Come mai esercizio fisico nella moderazione è buono per il cervello ma troppo non è? Ciò probabilmente riguarda endorfina, morfina dell'organismo la propria e il corticosterone dell'ormone di sforzo.

Nell'endorfina di esercizio fisico è rilasciato ed Andrew Naylor ha indicato che è endorfina che stimola la nuova generazione di celle nell'ippocampo: quando ha bloccato l'effetto di endorfina nei ratti, l'aumento nella nuova formazione delle cellule non ha avuto luogo. In ratti che si esercitano troppo è probabilmente l'effetto del corticosterone che assume la direzione di. Negli studi precedenti è stato indicato che coricosterone, che è rilasciato con lo sforzo e lo sforzo stesso entrambi fa diminuire la nuova formazione di celle nell'ippocampo in ratti. In esseri umani l'effetto dello sforzo a lungo termine è un restringimento dell'ippocampo, che può essere il risultato della generazione in diminuzione di nuove celle.

“Non è facile da tradurre che cosa è esercizio moderato per un ratto in cui è solo giusti per noi gli esseri umani. Ci sono raccomandazioni che dicono che sono ottimali affinchè la vostra salubrità si esercitino per 35 minuti i quattro - cinque giorni alla settimana a 60 per cento di voi impulso massimo. È duro dire se questo è egualmente ottimale per la salute mentale. C'è la ricerca che indica che gli atleti di elite possono essere periodi lunghi ed intensivi vicino negativamente influenzati di addestramento. Attrezzi ginnici di ogni giorno non ci prepariamo come quello, ma se lo sforzo fisico è troppo grande, la stessa cosa può senza dubbio accadere noi,„ dice Andrew Naylor.