Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Adornare su quella memoria con una certa caffeina

Sembra che scansioni di cervello confermi che bevitori del caffè già sanno - che la caffeina dà al cervello una spinta.

I ricercatori Austriaci dicono che le scansioni indicano che la caffeina trovata in caffè, tè, bibite e cioccolato stimola le aree del cervello che governa la memoria a breve termine e l'attenzione.

Le scansioni Apparentemente funzionali di imaging a risonanza magnetica eseguite sui cervelli di 15 oggetti che avevano consumato appena la caffeina uguale a quella hanno trovato in due tazze di caffè, indicate l'attività aumentata nel lobo frontale in cui la memoria di lavoro è individuata e nel cingulum anteriore quel gestisce l'attenzione.

Il Dott. Florian Koppelstatter dell'Università Medica Innsbruck dice che potevano vedere dalle scansioni che la caffeina ha esercitato l'attività di un neurone aumentata nelle parti distinte del cervello con i cambiamenti nel comportamento.

I partecipanti che sono stati sottoposti ad un periodo di 12 ore senza caffeina e ad un periodo di quattro ore senza nicotina, un altro di studio hanno riconosciuto lo stimolante trovato in sigarette, erano apparentemente i migliori tempi di reazione loro ed e di caffeina milligrammi dei 100 il consumo dopo delle lettere una sequenza di ricordare capaci sulle prove di memoria a breve termine anche migliori.

Secondo la ricerca la caffeina è lo stimolante più ampiamente usato del mondo ed il consumo quotidiano globale di essere in media della caffeina 76 milligrammi, uguale alle tazze di caffè di 1 1/2, mentre negli Stati Uniti, il consumo medio è di 238 milligrammi al giorno, uguale a quello trovato in 4 tazze di 1/2 di Java.

La ricerca è stata presentata alla riunione annuale della Società Radiologica dell'America settentrionale.

Personale di News-Medical.Net