Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Obiettivo della proteina per la malattia del Parkinson

I ricercatori all'istituto di Johns Hopkins per assistenza tecnica delle cellule (GHIACCIO) hanno scoperto una proteina che potrebbe essere il migliore nuovo obiettivo nella lotta contro la malattia del Parkinson poiché la circostanza cervello-offensiva in primo luogo è stata legata a perdita della dopamina del prodotto chimico del cervello.

L'anno scorso, il gene per questa proteina, chiamato LRRK2 (“lark-2„ pronunciato), era emerso come forse la causa genetica più comune sia dei casi familiari che imprevedibili della malattia del Parkinson. Finora, tuttavia, nessuno ha saputo di sicuro che cosa la proteina LRRK2 ha fatto in cellule cerebrali o se interferire con sarebbe stata possibile.

Ora, dopo lo studio della proteina in laboratorio, i ricercatori di Johns Hopkins riferiscono che la proteina enorme LRRK2 fa parte di classe A di proteine chiamate chinasi e, come altri membri della famiglia, aiuta il controllo le attività di altre proteine trasferendo i piccoli gruppi chiamati fosfati su loro. I ricercatori egualmente riferiscono che due delle mutazioni Parkinson's-collegate conosciute l'attività d'aggiunta nell'aumento del gene LRRK2 della proteina. I risultati compaiono negli atti dell'Accademia nazionale delle scienze.

“Sappiamo che le piccole molecole possono interferire con questo genere di attività, in modo da LRRK2 è un obiettivo ovvio per lo sviluppo della droga,„ dice Ted Dawson, M.D., il Ph.D., co-direttore del programma neurale della riparazione e di rigenerazione presso GHIACCIO e una guida dello studio. “Questa scoperta sta andando avere un effetto principale sul campo. Sta andando ottenere la gente che parla dell'attività della chinasi.„

Poiché le chinasi pregiudicano una serie di altre proteine, il collegamento di LRRK2 a Parkinson può essere un risultato della sua propria attività o di una variazione nelle attività di una o più proteine “a valle„.

“Il punto seguente è di provare che l'iperattività LRRK2 provoca la morte delle cellule cerebrali che producono la dopamina, la patologia di definizione della malattia del Parkinson e capire come agisce in tal modo,„ dicono Dawson, che avverte che il grande del gene LRRK2 e della proteina potrebbe fare la domanda clinica degli anni di scoperta di Hopkins di distanza.

“Per esempio, vorremmo isolare la parte attiva della proteina LRRK2 ed usare quella parte più trattabile per schermare per le molecole che avrebbero bloccato la sua attività. Ma il che ci richiede un secondo per pensare al potrebbe a richiedere quattro o cinque mesi per fare,„ dice Dawson. “Queste cose non possono venire velocemente come il campo vuole.„

La proteina LRRK2, a volte chiamata dardarin, è 2.527 particelle elementari lunghe. Al contrario, la proteina dell'alfa-synuclein, la prima da collegare alla malattia del Parkinson, è soltanto 140 particelle elementari lunghe. La proteina del parkin, collegata a più casi della malattia del Parkinson familiare che qualsiasi altra fin qui (sebbene LRRK2 sia probabile rompersi che registrazione), è considerata “grande„ a 465 particelle elementari lunghe.

Imperterrito dalla dimensione del gene LRRK2 e la proteina, Andrew ad ovest, Ph.D., un collega postdottorale e co-primo autore del documento, spesi mesi che estraggono il gene integrale dai campioni del cervello umano e che sviluppano gli esperimenti affidabili per provare come le mutazioni hanno pregiudicato l'attività di LRRK2. Co-primo l'autore Darren Moore, il Ph.D., anche un collega postdottorale, ha costruito gli strumenti per convincere i batteri a fare i monticelli di proteina LRRK2 e di due versioni mutanti ed egualmente ha rintracciato la posizione della proteina LRRK2 dentro le celle.

Gli esperimenti del gruppo di ricerca hanno indicato che la proteina LRRK2, oltre al suo ruolo come chinasi, realmente si siede sui mitocondri, fabbriche del produttore d'energia delle cellule, in cui probabilmente interagisce con un complesso delle proteine di cui l'errore egualmente è stato implicato nella malattia del Parkinson.

Le mutazioni in LRRK2 in primo luogo sono state legate alla malattia del Parkinson nel 2004 e fin qui spiegano forse 5 per cento - 6 per cento della malattia del Parkinson familiare (casi dominanti autosomica specificamente cosiddetti, in cui ereditare una singola copia difettosa del gene provoca la malattia) ed approssimativamente 1 per cento della malattia del Parkinson in cui non c'è storia della famiglia. Ma poche delle regioni genetiche del gene sono state approfondito analizzato.

“Poichè il pettine con il resto del gene LRRK2, dei ricercatori sembra probabilmente che più mutazioni siano trovate e che sia legato a più varietà della malattia,„ dice Dawson. Che cosa è conosciuto circa LRRK2 finora suggerisce che potrebbe connettere lungamente le malattie probabilmente distinte, specialmente malattia del Parkinson e termini conosciuti come “malattia diffusa dell'organismo di Lewy,„ nominato per i gruppi di determinate proteine che sviluppano le celle interne nel cervello in gente commovente. Di conseguenza, studiare LRRK2 potrebbe migliorare la comprensione di e finalmente trattamento per più appena la malattia del Parkinson stesso, Dawson dice.